Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Pomodori

L’estate in Ticino è anche sinonimo di pomodoro, l’ortaggio in assoluto più coltivato e diffuso sul nostro territorio. Vi proponiamo alcuni consigli e curiosità su questa versatile verdura, ricordandovi che attualmente alla Migros Ticino trovate diverse varietà indigene di pomodoro.

Una scorpacciata di pomodori ticinesi

Sapevate che...

...in Ticino si coltivano numerose varietà di pomodoro per una produzione annua che si aggira sulle 4’000 tonnellate. Le più diffuse sono: tondo liscio, cherry, carnoso, cuore di bue, peretto, ramato, dentato, nonché le specialità tomodoro, kumato e aromatico;

… il pomodoro è ipocalorico e ricco di vitamine A, C, E e B; nonché di altre sostanze quali potassio, calcio, ferro, magnesio, rame e altri importanti oligoelementi;

… la licopina, il colorante rosso naturale del pomodoro, è un antiossidante utile nella prevenzione del cancro, nel rafforzare il sistema immunitario e nel proteggere la pelle dagli influssi ambientali;

… il pomodoro ancora acerbo va portato a maturazione a temperatura ambiente. Mai conservalo nel frigorifero;

… i pomodori sono al primo posto tra le verdure preferite dagli svizzeri: mediamente ogni confederato ne consuma 11 chilogrammi all’anno;

… originario dell’America centrale e del Sudamerica, il pomodoro giunse in Europa attraverso Cristoforo Colombo alla fine del 15. Secolo;

… per lungo tempo il pomodoro fu ritenuto velenoso e utilizzato esclusivamente come pianta ornamentale. Per la sua forma cuoriforme veniva anche chiamato «pomo d’amore»;

… il pomodoro si affermò solo nel 700 nella gastronomia mediterranea grazie al trattato «Del cibo napoletano pitagorico per uso de’ nobili e de’ letterati» di Vincenzo Corrado (1734-1836).

A Giubiasco, l’azienda famigliare Agrotomato coltiva principalmente pomodori della varietà «tomodoro». «Si tratta di un pomodoro di piccole dimensioni, croccante e dal colore rosso intenso; il suo sapore risulta particolarmente dolce, unico nel suo genere. La nostra produzione annua è di circa 165’000 chilogrammi», ci spiega Davide Cattori che, assieme al padre Claudio e alla madre Emma, gestisce questa azienda che ha da sempre anche un occhio di riguardo per l’innovazione e l’ecologia. «A partire dal prossimo autunno metteremo in funzione un nuovo sistema di teleriscaldamento grazie al quale saremo in grado di riscaldare le nostre serre con il calore prodotto dal termovalorizzatore di Giubiasco. Così facendo potremo coltivare i pomodori in modo più ecologico, riducendo le emissioni di CO2».

Per saperne di più