Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Due nuove farine per polenta

Troverei Nell’assortimento Migros due nuove farine per polenta ricavate da mais nero e rosso, ideali anche per altre ricette.

Non solo polenta!

Incontro con Moreno Maderni, direttore della Terreni alla Maggia di Ascona, azienda coltivatrice dei due tipi di mais.

Moreno Maderni, cosa vi ha spinto a lanciare due nuove qualità di farina per polenta: non ce ne sono già a sufficienza sul mercato?

Innovazione e qualità nel segno della tradizione sono per noi dei criteri fondamentali, e questo fin dalla fondazione dell’azienda agricola Terreni alla Maggia, nel lontanto 1930. Con queste due farine di mais desideravamo proporre – ma anche far riscoprire –ai consumatori un qualcosa di particolare, ma tuttavia sempre strettamente legato al nostro bellissimo territorio. Entrambe le varietà di mais sono coltivate nella regione, sia sul Delta della Maggia che sul Piano di Magadino. 

 

Cos’hanno di così particolare le farine per polenta «Rosso del Ticino» e quella «Millo corvo»?

Entrambe derivano da vecchie varietà di mais. Il «Rosso del Ticino» è un mais locale riscoperto negli anni settanta da alcuni anziani, i quali lo coltivavano ancora per i propri bisogni. È un mais che, rispetto alle varietà oggi più diffuse, si distingue per le ottime caratteristiche qualitative ed organolettiche. La storia del «Millo Corvo», invece, è sicuramente più singolare. Si tratta infatti di un mais di colore nero, originario della Galizia, nel Nord-Ovest della Spagna. Si riteneva quasi estinto, ma è stato salvato dalla gente del luogo più sensibile alle tradizioni. Coltivato oggi con buoni risultati anche presso la nostra azienda, deve la sua particolarità, oltre che al colore nero-corvino (che diventa porpora dopo la cottura), anche al ricco

contenuto di antocianine: dei pigmenti antiossidanti considerati tra l’altro benefici per il sistema cardiovascolare. 

 

È vero che in cucina i due prodotti si prestano bene anche per la preparazione di altre ricette?

Certamente. Accanto a rustiche polente della più classica tradizione ticinese, grazie alla loro versatilità e al sapore pronunciato, queste farine possono venir impiegate per preparare diversi altri piatti: dal pane (vedi ricetta) alle torte, dalle frittate ai biscotti, dagli gnocchi alle frittelle fino alle focacce dolci e salate… non c’è praticamente limite alla fantasia e alla creatività. Provare per credere.

Azione, 16 maggio 2011

Per saperne di più