Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Quel vitello che vien dalla valle

La carne del Vedill Nostràn da Montagna è la scelta giusta per vostri piatti autunnali più saporiti.

Quando la voglia di piatti di carne particolarmente gustosi si fa sentire, è bene soddisfarla optando per carni di comprovata qualità, per evitare di ritrovarsi con brutte sorprese. Ciò è possibile scegliendo per esempio la carne nostrana dei vitelli di montagna dell’Azienda Agricola La Lobbia di Leontica. La piccola azienda agricola bleniese è gestita dai coniugi Roberto e Stefania Canonica e alleva un centinaio di vitelli al l’anno nel rispetto delle esigenze degli animali. «Proprio come l’uomo, anche i vitelli hanno bisogno di muoversi al l’aperto, di sole e d’aria fresca per sen- tirsi bene e in buona salute», ci spiega Stefania Canonica. «Noi garantiamo loro tutto questo quotidianamente e, anche sul piano dell’alimentazione, non gli facciamo mancare niente: latte fresco e fieno dell’azienda sono sempre a disposizione». Grazie al fieno, ricco di ferro, la loro carne risulta ben rosea e tenera.

Il vitello nostrano di montagna è ottenibile a Migros Ticino nei seguenti tagli: arrosto collo, arrosto spalla, spezzatino, teneroni, ossibuchi, filetto, rognonata, fettine fesa e costolette.
Voglia di una ricetta sfiziosa preparata con la carne di vitello nostrano? Provate allora la ricetta che vi proponiamo: Spezzatino all’ortolana per 4 persone: 600 g di spezzatino, farina, burro, olio, 1 dl di vino bianco, 1 dado, rosmarino, alloro, 1 carota, 1 cipolla, 1 gambo di sedano, 2 zucchine, 1 scatola di pelati, sale, pepe.

Procedura: fare rosolare in olio e burro la carne infarinata. Quando la carne è dorata, aggiungere il vino e far evaporare. Continuare la cottura unendo i pomodori pelati schiacciati, una tazza d’acqua calda e un dado (oppure del fondo bruno). Pulire la verdura e ta- gliarla finemente. Rosolarla in poco burro e olio insieme a rosmarino, alloro e pepe. Dopo una decina di minuti ver- sare la verdura nel tegame della carne e mescolare, lasciando poi cuocere il tutto per un’oretta. Servire ben caldo con un purè di patate.

Per saperne di più