Navigazione

Migros. M per il Meglio.

08.10.2019 - Comunicati stampa Migros aumenta i salari tra lo 0,5 e lo 0,9 per cento

Zurigo - In un costruttivo clima di dialogo, il Gruppo Migros ha raggiunto con le proprie parti sociali e contrattuali interne ed esterne un accordo sulle trattative salariali 2020. La massa salariale viene incrementata in misura compresa tra lo 0,5 e lo 0,9 per cento a decorrere dal 1o gennaio 2020.

Questa misura, frutto di concertazione tra le parti, si applica alle collaboratrice, ai collaboratori e ai settori assoggettati al contratto collettivo nazionale di lavoro della Migros. Gli aumenti salariali delle singole collaboratrici e dei singoli collaboratori vengono determinati individualmente in base alla funzione ricoperta e alla valutazione delle prestazioni.

"Siamo lieti di aver potuto raggiungere, di concerto con le nostre parti sociali interne ed esterne, una soluzione comune e condivisa che risulti attuabile nelle impegnative condizioni di mercato attuali", afferma Sarah Kreienbühl, membro della Direzione generale FCM. La parte sociale interna è costituita dalla CONA (Commissione nazionale del Gruppo Migros), quelle esterne dalla Società degli impiegati del commercio e dall'Associazione svizzera del personale della macelleria. Sarah Kreienbühl ringrazia di cuore tutti i collaboratori per il loro grande impegno quotidiano.

I rappresentanti delle parti sociali esterne sono soddisfatti dei risultati delle trattative salariali di quest'anno: "Il gruppo Migros ha avuto un anno turbolento. Ora gli aumenti salariali sono un segnale importante per i collaboratori", spiega Caroline Schubiger, responsabile della divisione Professione e consulenza della Società degli impiegati del commercio.

Il rappresentante delle parti sociali interne, Alain Montani, Presidente della Commissione nazionale del Gruppo Migros, saluta con favore l'accordo e afferma: "Abbiamo trovato una soluzione che regge sotto tutti gli aspetti e per tutte le parti e che tiene conto delle attuali sfide economiche".