Navigazione

Migros. M per il Meglio.

19.03.2018 - Comunicati stampa Per un maggiore benessere degli animali: d'ora in poi Migros venderà solo uova di allevamento all’aperto

Zurigo - Per sostenere il benessere degli animali, Migros ha deciso di stralciare dall’assortimento tutte le uova di allevamento al suolo. In futuro venderà esclusivamente uova provenienti da allevamenti all’aperto rispettosi degli animali, abbassandone contemporaneamente il prezzo. Ancora una volta Migros dimostra il suo spirito pionieristico: già 20 anni fa, infatti, è stata il primo grande commerciante al dettaglio svizzero a rinunciare all’offerta di uova da allevamenti in gabbia.

Al più tardi entro il 2020, tutte le galline che depongono le uova in vendita da Migros avranno accesso a un pascolo. Negli allevamenti all'aperto, oltre a disporre di stalle dotate di giardini d’inverno (aree coperte a clima esterno), ciascuna gallina ha accesso a 2,5 m2 di pascolo. Le galline ovaiole sono animali molto attivi e curiosi. La disponibilità di un pascolo su cui razzolare e beccare ha effetti positivi sul loro benessere. Secondo i sondaggi, i consumatori che acquistano uova attribuiscono molta importanza a un allevamento rispettoso degli animali.

Con lo stralcio delle uova da allevamento al suolo, Migros abbassa anche il costo delle uova svizzere di allevamento all’aperto. In questo modo si va incontro ai clienti maggiormente attenti ai prezzi. Inoltre, con le uova di importazione M-Budget provenienti da allevamenti all’aperto, Migros continuerà anche in futuro a vendere le uova più convenienti su tutto il mercato svizzero. Ciò è possibile, dato che i costi supplementari saranno coperti dalla stessa Migros. Il prezzo corrisposto ai produttori resta invece invariato.

Con questa misura Migros intende soddisfare la richiesta sempre crescente da parte dei clienti di uova di allevamento all’aperto. Tale cambiamento necessita però di una pianificazione a lungo termine, che accordi ai produttori il tempo necessario per adattare le loro aziende alle nuove disposizioni riguardanti l'allevamento all'aperto. La modifica dell’assortimento avrà quindi luogo a tappe cooperativa dopo cooperativa e si concluderà entro la fine del 2020.