Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Essere sostenibili:

non solo parole, ma fatti. Scopri di più!

15.09.2021 - Comunicati stampa Givaudan, Bühler e Migros creano uno stabilimento pilota per la carne coltivata

Vernier, Zurigo e Uzwil - Le tre imprese Givaudan, Migros e Bühler hanno fondato a Kemptthal, vicino a Zurigo, il «Cultured Food Innovation Hub» per ampliare lo sviluppo e la quota di mercato di prodotti da agricoltura cellulare. In favore di una diffusione di massa della carne coltivata parlano parecchi fattori: è prodotta senza macellazione o allevamenti intensivi, non comporta carcasse da macello - di cui peraltro quasi nulla arriva nei nostri piatti - presenta un bilancio climatico notevolmente migliore, non richiede l'impiego di antibiotici e garantisce una piena sicurezza alimentare. Il Cultured Food Innovation Hub entrerà in funzione l'anno prossimo.

Il Cultured Food Innovation Hub sarà un'impresa autonoma e indipendente, posseduta al 100% da Migros, Bühler e Givaudan. La sua sede sarà «Valley», un centro per l'innovazione e la tecnologia sito a Klemptthal, vicino a Zurigo. Il Cultured Food Innovation Hub metterà a disposizione tecnologie e conoscenze per supportare le altre imprese nella realizzazione di carne, pesce e frutti di mare coltivati nonché nella fermentazione di precisione. Il Cultured Food Innovation Hub verrà dotato sia di un laboratorio per lo sviluppo dei prodotti che di capacità di coltura cellulare e bio fermentazione, per poter supportare al meglio le start up nello sviluppo e nella commercializzazione del prodotto giusto.

La domanda di alimenti a base vegetale, notevolmente accresciuta negli ultimi anni, ha mostrato a livello mondiale che i consumatori si preoccupano dell'ambiente e che dai produttori vogliono alimenti sani, etici e sostenibili. In un mondo che il cambiamento climatico ha posto di fronte a grandi sfide e la cui popolazione nel 2050 supererà i dieci miliardi di persone, il bisogno di sostenibilità nella coltivazione e nell'approvvigionamento di generi alimentari è decisivo.

L'agricoltura cellulare volta alla produzione di carne coltivata offre una possibilità di realizzare prodotti di origine animale senza dover allevare animali. La tecnica prende avvio dalle cellule animali. Tecnologie come la fermentazione possono essere applicate alla coltivazione di prodotti a base di carne. Il risultato è un prodotto carneo che tanto nella struttura quanto nel gusto è identico alla carne animale. E che però provoca un impatto molto più contenuto sull'ambiente e che non comporta allevamenti né macellazione.

«L'agricoltura cellulare offre una soluzione in molti ambiti: dalla riduzione del consumo di superfici e di quello idrico alla sicurezza e alla qualità della catena alimentare, passando per la protezione degli animali. I tre partner coinvolti in questo nuovo progetto si sono impegnati come impresa a favore della sostenibilità. Insieme hanno una visione per un futuro alimentare sostenibile», afferma Ian Roberts, Chief Technology Officer di Bühler.

Fabio Campanile, Chief Technology Officer di Givaudan, aggiunge: «Bühler contribuisce con soluzioni leader nel settore, che sono applicate nello scale-up e nella produzione di migliaia di alimenti in tutto il mondo. Givaudan apporta un'esperienza ormai secolare e conoscenze in tutti gli aspetti del gusto nello sviluppo dei prodotti, ivi compresi tutti i tipi di alternative alla carne, nonché le proprie conoscenze specialistiche nelle biotecnologie. Migros è nota per la sua competenza nell'interazione con la propria clientela e nella commercializzazione. La combinazione di questi tre partner è davvero degna di nota.»

«Questo straordinario partenariato ha il potenziale pionieristico di produrre un incredibile effetto positivo sul mondo», afferma Matthew Robin, direttore Elsa-Mifroma, Migros Industrie: «Le consumatrici e i consumatori iniziano a comprendere il concetto dell'agricoltura cellulare e i vantaggi che essa può offrire. Il mercato è pronto per una crescita straordinaria. Se mettiamo insieme tutti questi elementi, ecco che abbiamo una combinazione vincente per il pianeta.»

Il Cultured Food Innovation Hub entrerà in funzione nel 2022.