Navigazione

Migros. M per il Meglio.

La storia in sintesi

Le pietre miliari della storia della Migros a colpo d'occhio.

Dalla fondazione ad oggi

1925

  • Il 15 agosto del 1925, la data del 37º compleanno di Gottlieb Duttweiler, la società per azioni Migros viene iscritta al registro di commercio della città di Zurigo con un capitale di 100 000 franchi. Presso 178 fermate a Zurigo, cinque autocarri di vendita offrono sei articoli a un prezzo inferiore fino al 30 percento rispetto alla concorrenza.
     

1926

  • Nel dicembre del 1926 la Migros SA apre il suo primo negozio a Zurigo nella Ausstellungsstrasse nei pressi di Limmatplatz. Per arredamento interno vengono investiti 200 franchi. La merce è collocata su semplici scaffali fatti di casse e assi, e una scatola di sigari funge da cassa.
  • A dicembre del 1926 nei negozi su ruote il numero di articoli è cresciuto da 6 a 48.
     

1927

  • Per abbassare i costi, i negozi su ruote vengono occupati soltanto da un solo collaboratore che funge da autista evenditore. Con l'ampliamento dell'offerta di merce, nel 1927 inizia anche la modernizzazione degli autocarri di vendita. I piccoli Ford da una tonnellata vengono sostituiti da modelli da due tonnellate e mezzo.
  • Il 17 dicembre Gottlieb Duttweiler crea il giornale "Zeitung in der Zeitung", nella prima edizione appare con il nome di «Migros-Nachrichten» all'interno dei quotidiani zurighesi.
     

1928

  • A partire da giugno 1928 la Migros dispone della sua prima azienda di produzione propria: rileva la ditta "Alkoholfreie Weine AG Meilen" e da allora produce succo d'uva e mosto dolce. In essa Gottlieb Duttweiler vede un contributo nella lotta all'alcolismo.
     

1929

  • Poco prima della vigilia di Natale apre il primo negozio Migros a San Gallo. I commercianti di spezie a San Gallo annunciano una dura lotta. Gli autocarri di vendita che l'8 gennaio del 1930 circolano senza l'autorizzazione del consiglio di Stato vengono immediatamente sequestrati. Come conseguenza nei negozi il fatturato triplica.
     

1930

  • A Basilea, Lucerna e Berna aprono i primi negozi Migros. Lo sbarco della Migros a Basilea viene gestito con più correttezza dalle autorità rispetto ad altre località. Le autorità bernesi e i commercianti di spezie fanno invece di tutto per complicare il debutto della Migros SA nella capitale federale.
     

1931

  • La Migros introduce sul mercato un detersivo sviluppato dal proprio chimico Paul Lanz. "Ohä" costa solo la metà rispetto a "Persil", il leader sul mercato della ditta Henkel. "Ohä" sta per "Ohne Hänkel", ovvero "senza Henkel". Quando Henkel fa causa, Duttweiler fa coprire con una foglia di fico il nome "Ohne Hänkel" sotto accusa.
     

1932

  • Gottlieb Duttweiler non si stanca di conquistare la fiducia dei consumatori con parole e fatti. A tal fine inaugura una passerella dimostrativa di 120 metri presso la sede principale della Migros SA.
     

1933

  • Il 9 agosto 1933 la Migros fonda in Ticino la sua primissima cooperativa. Un autocarro di vendita ora raggiunge anche le valli più discoste del cantone. La cooperativa acquista a un buon prezzo il raccolto dei coltivatori di pomodori ticinesi e li rifornisce di nuovi piantoni.
     

1934

  • Per lottare contro il divieto di apertura delle filiali Gottlieb Duttweiler si rivolge all'opinione pubblica. Nei mesi di maggio e giugno tiene conferenze in cinque città e raccoglie firme a sostegno della Migros. Il risultato della raccolta che dura fino in agosto supera tutte le aspettative: vengono raccolte 232’392 firme.
     

1935

  • Il 29 aprile 1935 la Migros fonda la "Cooperativa Hotelplan", la sua propria agenzia di viaggi che offre convenienti pacchetti vacanza in Svizzera. In questo modo Gottlieb Duttweiler intende favorire il debole turismo svizzero, duramente colpito dalla crisi economica.
  • Il 17 settembre 1935 Gottlieb Duttweiler annuncia di voler dar vita a un movimento politico. Si tratta dell'organizzazione antecedente al partito "Anello degli Indipendenti". Dutti vuole impegnarsi a favore della giustizia sociale e di un capitalismo umano. Il suo movimento conquista subito cinque seggi nel Consiglio nazionale.
  • Il 12 novembre 1935 Gottlieb Duttweiler diventa editore e fonda il settimanale "Die Tat" per dare voce al suo movimento politico.
     

1936

  • Alla fine del 1936, Gottlieb Duttweiler e i suoi alleati politici trasformano il movimento "Bewegung unabhängiger Männer" in un partito politico: il 30 dicembre fondano l"Anello degli Indipendenti". 
  • Nel 1936 la Migros dispone già di centinaia di negozi stazionari.
     

1937

  • Gottlieb Duttweiler confronta l'opinione pubblica con la nuova idea di un servizio di giro delle merci. Propone di rifornire i commercianti di spezie indipendenti con prodotti Migros, che vanno venduti con un margine prestabilito non superiore al dodici percento. Per il resto i commercianti hanno libertà di scelta assoluta in fatto di acquisti e politica di vendita. 
     

1938

  • L'8 aprile 1938 appare per la prima volta "Azione" la rivista della Migros per il Ticino.

1939

  • Un mese dopo lo scoppio della guerra, il 2 ottobre viene pubblicato per la prima volta il giornale serale "Die Tat". Visivamente sembra quasi un tabloid, ma il contenuto è di qualità eccellente.
     

1940

  • Nel giornale "Zeitung in der Zeitung" del 10 giugno Duttweiler dichiara pubblicamente: "La Migros SA d'ora in avanti sarà una cooperativa." Nel testo, tra le altre cose spiega: "Il proprietario delle azioni Migros ha preso la decisione fondamentale di trasformare la società per azioni Migros in una cooperativa, per regalare le quote sociali ai consumatori e in misura minima ai collaboratori attraverso la fondazione..."
     

1941

  • Nel 1941 la Migros viene trasformata da società per azioni a Federazione delle Cooperative Migros, composta da cooperative regionali autonome.  In questo modo Gottlieb Duttweiler regala la sua azienda di successo, e dunque l'opera della sua vita, al popolo svizzero.
     

1942

  • Il 30 luglio 1942 appare per la prima volta il settimanale Migros "Wir Brückenbauer" (Noi, costruttori di ponti), con una tiratura non indifferente di 110’000 esemplari. Questa nuova pubblicazione vuole soprattutto informare sui processi nelle cooperative Migros regionali.
     

1943

  • I delegati della Federazione delle cooperative Migros si riuniscono per la prima volta nella mensa della sede principale Migros di Zurigo, il Guggi. L'avvocato basilese e consulente giuridico di Gottlieb Duttweiler, Alfred Würz, viene eletto presidente.
     

1944

  • L'11 agosto del 1944 il "Brückenbauer" annuncia corsi di lingua a prezzi convenienti a Zurigo. Inizia così la costituzione della Scuola Club Migros, oggi la più grande istituzione svizzera dedicata alla formazione per adulti. Dietro ciò vi è la convinzione di Gottlieb Duttweiler che il sapere non debba essere un privilegio per persone agiate.
  • Gottlieb Duttweiler si impegna a favore del coraggioso film drammatico sui rifugiati «Marie-Louise», il cui debutto non riscuote molto successo nei cinema.
    Organizza delle proiezioni speciali per i clienti Migros. La pellicola diventa così un successo vincendo addirittura l'Oscar due anni dopo come prima produzione non americana.
  • Con "Le Pionnier", a partire dall'8 dicembre 1944 anche i soci delle cooperative Migros nella Svizzera romanda ricevono un settimanale a loro dedicato.
     

1945

  • I boicottaggi costringono la Migros ad ampliare la propria produzione. Un grande passo in questa direzione è l'acquisizione della fabbrica di conserve Tobler & Co. AG a Bischofszell, che il 4 maggio viene rilevata dalla FCM.

1946

  • Durante l'Avvento del 1946 Gottlieb e Adele Duttweiler trasformano la loro immensa ed idilliaca proprietà a Rüschlikon (ZH) in un parco pubblico. Si tratta di un regalo di Natale alla popolazione. Oggi le cooperative regionali gestiscono quattro "Parchi Prato Verde" e in Ticino la meta escursionistica Monte Generoso, con tanto di ferrovia e ristorante in vetta.
     

1947

  • La Migros inizia a vendere fiori per la prima volta. I prezzi sono sensazionali: a Zurigo, dove un garofano costa 50 centesimi dal fiorista, i clienti ricevono dei mazzi da 16 garofani a 1 franco. 
     

1948

  • Il 15 marzo la Migros apre il primo negozio self-service nell'Europa continentale. Le malelingue prevedono che questa filiale verrà ora certamente saccheggiata da clienti ladri. In realtà il nuovo concetto porta a un aumento delle vendite.
     

1949

  • Uno dei principali ostacoli all'acquisizione di nuovi soci è il numero di certificati di quota emessi. L'importo di fr. 30.- è troppo elevato per molti interessati. In occasione della votazione generale del 1949 vengono dunque proposti ai nuovi soci certificati di quota del valore di fr. 10.-. La proposta viene approvata.
     

1950

  • La Migros partecipa al club di lettura "Ex Libris", che rende accessibili ai suoi 5000 membri romanzi e libri di divulgazione a prezzi accessibili. Questo è proprio l'obiettivo di Gottlieb Duttweiler, il quale vuole vedere dei libri non soltanto nelle case alto-borghesi ma anche in quelle delle famiglie socialmente più deboli. Per questo un anno più tardi la Migros rileva interamente la "Ex Libris" facendone poco alla volta il più grande club di lettura della Svizzera.
     

1951

  • Per la prima volta la Migros non offre soltanto ottimi generi alimentari a prezzi convenienti, ma anche dei cosiddetti articoli "non food": soprattutto nelle filiali self-service adesso si trovano oggetti utili come la lana da maglia o i passaverdura. L'articolo più venduto in assoluto sono le allora supermoderne calze di nylon.
  • Con la fondazione della cooperativa dei taxi a Zurigo, Gottlieb Duttweiler fa concorrenza ai fornitori affermati: Dutti impiega una flotta di automobili verniciate di blu e giallo, che trasportano i passeggeri a prezzi convenienti.
    Vuole che anche le classi sociali inferiori possano concedersi una corsa in taxi. Come conseguenza le tariffe calano del 30 percento. 
     

1952

  • Nel 1952 fare la spesa assume una nuova dimensione in Svizzera: nella Eisengasse a Basilea e nella Limmatplatz a Zurigo aprono le prime filiali MM. È soprattutto il mercato Migros zurighese a fare sensazione: sotto lo stesso tetto offre nei vari reparti carne fresca, fiori, articoli d'uso quotidiano nonché una tavola calda. 
     

1953

  • A partire dal 1º maggio Arnold Suter assume la presidenza dell'amministrazione delle cooperative quale successore di Duttweiler.
     

1954

  • L'8 marzo 1954 Gottlieb Duttweiler fonda la cooperativa Migrol. Con essa attacca con successo i prezzi elevati di olio da riscaldamento e benzina: il calore e la mobilità devono essere accessibili a tutti.
     

1955

  • Con 13 nuove aperture nel corso dell'anno d'esercizio, il numero delle filiali Migros sale a 301. Sono in forte aumento soprattutto i negozi a libero servizio. Soltanto 78 dei punti vendita sono ancora dei cosiddetti negozi con servizio. Tutte le altre filiali, fra cui nove mercati Migros, sono negozi self-service. 
     

1956

  • Nel 1956, Erhard J. C. Waespi, un professore conosciuto per il suo impegno a livello politico e sociale, diventa direttore della Scuola Club Migros. È sua l’idea  della creazione delle scuole di lingue all'estero. Quattro anni dopo queste vengono trasferite a una fondazione indipendente ma continuano ad essere sostenute dalla Migros. Con il nome di "Eurocentres" queste scuole si fanno un'ottima reputazione ad esempio in Francia, Italia e Inghilterra.
     

1957

  • Nel 1957 la Migros fonda un'istituzione unica nel suo genere: per statuto si impegna a rispettare il "Percento culturale Migros". Da allora ogni anno grandi somme sono destinate alla promozione della cultura e di progetti sociali. Ancora una volta Gottlieb Duttweiler vuole mettere l'essere umano al centro e non "il freddo calcolo in franchi".
  • Il 15 dicembre 1957 viene iscritta nel registro di commercio la "Banca Migros" con un capitale azionario di 10 milioni di franchi.
     

1958

  • L'8 aprile viene fondata la Cooperativa di Glarona. La fondazione della Cooperativa di Winterthur avviene il 12 giugno. Il numero delle cooperative sale così a 15.
     

1959

  • Migros Zurigo inaugura l'era del "fai da te" con dei corsi in tecnologia automobile, un impianto di autolavaggio self-service e il primo centro fai da te in Svizzera. 
     

1960

  • Il primo autocarro self-service della Migros inizia a circolare. I clienti accettano il nuovo sistema. Il fatturato nell'autocarro self-service sale di oltre il 30 percento. 
     

1961

  • Nel 1961 la Migros supera per la prima volta il miliardo di fatturato: per arrivare al fatturato di 100 milioni di franchi nel 1946 la Migros, impedita dal divieto di gestione delle filiali, impiega quasi 22 anni. Il fatturato di 500 milioni di franchi viene raggiunto già dopo 10 anni nel 1956. E il raddoppio a 1066,6 milioni di franchi riesce in soli 5 anni.
     

1962

  • Gottlieb Duttweiler muore all'età di 74 anni.
    La tristezza non regna soltanto nella comunità M. Lo testimoniano gli annunci mortuari sia in Svizzera che all'estero. Il giorno dei funerali, che dal Fraumünster vengono trasferiti anche al Grossmünster, alla chiesa di San Pietro e alla Wasserkirche, i negozi e le aziende della comunità M rimangono chiusi. Migliaia di persone dicono addio a "Dutti" come il popolo lo chiama amorevolmente.
  • Rudolf Suter, il direttore di Migros Basilea, è il successore di Gottlieb Duttweiler nella presidenza della delegazione amministrativa della FCM.

1963

  • Il 1º settembre 1963 viene inaugurato ufficialmente l'istituto Gottlieb Duttweiler della fondazione "Im Grüene". L'istituto si prefigge di "mettere al centro l'essere umano" nell'esame di questioni importanti per il presente e l'avvenire.
     

1964

  • Con la fine dei lavori di costruzione presso il porto di Birsfelden viene creato a Basilea un veroquartiere Migros dotato di depositi di una centrale operativa  e di una panetteria Jowa.
  • Il 1º ottobre, la rivista per collaboratori della FCM, pubblicata sporadicamente dal 1950, viene sostituita dal nuovo giornale per collaboratori "die brücke – le pont – il ponte". 
  • Il 30 aprile apre le sue porte l'"exposition nationale suisse de 1964", l'Expo di Losanna. La Migros non partecipa soltanto come espositore, ma offre ai suoi soci anche biglietti d'ingresso gratuiti. 328 000 soci approfittano di questa offerta. 
     

1965

  • Nella sua filiale di Wollishofen la Migros di Zurigo avvia un esperimento con cassa self-service. Sono i clienti stessi a digitare sulla cassa i prezzi della merce acquistata, poi con il loro scontrino vanno alla cassa principale dove la cassiera digita l'importo finale e incassa il denaro. Tuttavia il sistema non si afferma. Nel 1969 l'esperimento viene terminato.
  • Fondata nel 1964, la Mifroma S.A. fa costruire delle enormi gallerie nel paese di Dorf Ursy nel canton Friborgo.
    In questo modo è possibile risolvere in modo ottimale il problema della stagionatura del formaggio. Nel 2012 27,5 milioni di chili di formaggio lasciano le gallerie lunghe fino a 100 metri nei pressi di Ursy.
     

1966

  • Presso la sede principale della Federazione delle Cooperative Migros, al numero 152 di Limmatplatz, si respira un’aria di demolizione. La centrale operativa esistente viene rasa al suolo. Ciò viene possibile grazie alla costruzione della nuova centrale operativa di Herdern, il progetto edile più grande della comunità Migros.  
     

1967

  • Il 1º novembre viene lanciato il sistema Migros-Data. Il sistema di datazione, con l'aiuto di dati esatti, mostra fino a quando o per quanto tempo un articolo può essere venduto. Dopo sei mesi su 325 articoli figura già il marchio Migros-Data.
     

1968

  • La Migros si lancia nel mercato degli orologi con la propria marca Mirexal e la sveglia elettronica Melectronic. Accanto a un servizio di riparazione completo, ogni orologio è dotato di una garanzia di 12 mesi. Nel primo anno la Migros vende già oltre 120’000 orologi.
     

1969

  • La Migros dà il benvenuto a ben due consiglieri federali e a un futuro consigliere federale. Il consigliere federale Hans Peter Tschudi e il futuro consigliere federale Georges-Andreé Chevallaz tengono un discorso in occasione del 25º anniversario della Scuola Club. Il consigliere federale Nello Celio promuove la sua "piccola riforma finanziaria" durante l'Assemblea dei delegati Migros a San Gallo.
     

1970

  • Migros San Gallo apre la prima MMM della comunità Migros. L'MMM Pizolpark, situata tra Mels e Sargans, copre 23’000 metri quadrati di superficie utile e si trova nelle immediate vicinanze del raccordo della N 13 Zurigo-Coira. La prossima MMM a Ginevra è già in fase di costruzione.
  • Dopo che i soci hanno votato a favore della dichiarazione delle merci durante la votazione generale del 1969, la FCM reagisce rapidamente e prima della fine dello stesso anno fornisce indicazioni più precise sul contenuto di 210 confezioni di articoli. Entro la fine del 1970 sono già 500 articoli.
     

1971

  • La comunità M introduce la M-Partecipazione. Di conseguenza, a partire dal 1971, i collaboratori ricevono un buono di partecipazione del valore di 2500 franchi che diventa di loro possesso dopo tre anni di appartenenza all'azienda.
     

1972

  • A dieci anni dalla sua morte, Gottlieb Duttweiler viene onorato per i servizi resi alla "sua città natale e al suo paese".
    Nel quartiere Herdern a Zurigo, dove si trova anche la centrale operativa di Migros Zurigo, il ponte "Herdenerbrücke" viene ufficialmente ribattezzato in "Duttweiler-Brücke". 
  • La Migros sorprende con l'introduzione sperimentale del primo impianto di casse elettronico al mondo. Le casse leggono i prezzi codificati e i numeri d'articolo e vengono testate durante dieci settimane nella filiale Migros di Greifensee.
     

1973

  • Viene pubblicato "Das Phänomen Migros" (il fenomeno Migros) del dott. Hans Munz. Accanto alla biografia di Duttweiler di Curt Riess è il primo tentativo di un autore di raccontare lo sviluppo della Migros fino ai tempi moderni.
    Hans Munz è stato membro della direzione per molti anni e presidente dell'amministrazione nel corso degli ultimi due anni.
     

1974

  • La Migros lancia il programma M-Sano il cui obiettivo è aiutare i fornitori agricoli della Migros, fornendo consulenza e stabilendo norme, affinché possano creare i loro prodotti in modo più naturale rinunciando il più possibile agli agenti chimici.
  • Per la prima volta presso l'Istituto Gottlieb Duttweiler (GDI) a Rüschlikon viene conferito il premio Adele Duttweiler. Questo premio è nato su iniziativa delle 12 cooperative Migros per commemorare l'impegno altruista di Adele Duttweiler nei confronti di suo marito, della Migros e del popolo svizzero.
     

1975

  • La Migros festeggia il suo 50° anniversario. Collaboratori e pensionati ricevono premi d'anniversario di fr. 50.- per ogni anno di servizio e i soci beneficiano di offerte speciali.
     

1976

  • A partire dal 1º luglio Arina Kowner, fino ad allora responsabile per le questioni dei consumatori, assume la direzione degli affari culturali e sociali della FCM. Si tratta della prima donna nella comunità Migros a rivestire un titolo di responsabile.
     

1977

  • Con 156 MSnackys e ristoranti Migros che offrono ristorazione a prezzi convenienti, la Migros è divenuta anche un interessante ristoratore. Con Migrolino, inaugurato a Berna il 1º novembre, si aggiunge un nuovo tipo di ristorante, che vende anche sulla strada.
  • La FCM approva la trasformazione del giornale serale "Die Tat" in un giornale mattutinopiù simile a un tabloid. Affinché il quotidiano possa essere stampato nei suoi vari colori, presso una stamperia di Spreitenbach viene installato in tempi record un impianto moderno. La cooperativa della Limmat diventa la Limmatdruck AG. 
     

1978

  • La Migros è la prima azienda svizzera ad elaborare un bilancio sociale. Quanto emerge non è sempre positivo. Per molti intervistati la Migros è troppo grande e potente. Internamente la critica viene presa sul serio.
     

1979

  • La Migros di San Gallo si appresta a festeggiare il suo 50º anniversario. All'epoca la Cooperativa di San Gallo impiega 4297 collaboratori, conta 120’855 membri e la rete di vendita comprende 13 camion di vendita nonché 47 filiali.
     

1980

  • In ottobre viene costituita l'associazione "M-Frühling" (primavera Migros), la quale definisce come sua priorità principale la rinascita della democrazia cooperativistica. "M-Frühling" presenta liste elettorali dei suoi rappresentanti che si candidano per il periodo di mandato Migros dal 1980 al 1984. La FCM rifiuta di partecipare alle audizioni per M-Frühling ma nel settimanale della Migros appaiono le proposte elettorali alle quali si contrappongono le liste Migros ufficiali. "M-Frühling" ottiene soltanto il 19,9%dei voti.
     

1981

  • Nel mese di settembre viene inaugurato il palazzo della Federazione delle Cooperative Migros. Il nuovo immobile consente di riunire sotto un unico tetto i collaboratori sparsi in numerosi edifici attorno a Limmatplatz. Il 24 settembre, anche l'MM Limmatplatz, il primo prototipo di un mercato Migros, si trasferisce nel palazzo.
     

1982

  • Da quando nel 1957 il Percento culturale è stato iscritto negli statuti, la Federazione delle Cooperative Migros e le cooperative regionali hanno impiegato 840 milioni di franchi per scopi culturali e sociali. La Migros è così il più grande mecenate della Svizzera.
  • Per la prima volta nella sua storia la Migros sottoscrive un contratto collettivo di lavoro a livello nazionale, valido per tutti i collaboratori nelle sedi di produzione e nelle cooperative, ad eccezione di Basilea. 
     

1983

  • Durante la votazione generale le cooperative presentano i loro statuti, interamente rivisti, per l'approvazione. Per quanto riguarda l'idea Migros, soprattutto la rinuncia alla vendita di alcool e tabacco è particolarmente importante nei nuovi statuti. Otto cooperative raggiungono la partecipazione al voto necessaria e l'approvazione dei loro membri. 
  • La più anziana di tutte le cooperative Migros, Migros Ticino, fondata nel 1933, in occasione del suo 50º anniversario può dare il benvenuto al suo 50’000º socio.
     

1984

  • Per la fine dell'anno il fatturato dell'insieme della comunità Migros supera per la prima volta la soglia dei dieci miliardi. 
  • Il 1º luglio del 1984 è un giorno di cambio della guardia ai più alti livelli della Federazione delle Cooperative Migros. Dei pionieri quali Rudolf Suter e Alfred Gehrig lasciano l'amministrazione della FCM e la presidenza passa a Pierre Arnold. Jules Kyburz succede ad Arnold quale presidente della delegazione amministrativa della FCM.
     

1985

  • Con lo slogan "Migros, 60 anni di un'idea giovane", la comunità M festeggia il suo anniversario con numerose azioni. Ciò inizia con il premio di partecipazione per tutti gli impiegati, un concorso nazionale durante tutto l'anno, l'esposizione dedicata ai 60 anni della Migros e azioni speciali per i soci. 
     

1986

  • Il "Säntispark" ad Abtwil, il più grande centro di divertimento in Svizzera, apre le sue porte dopo due anni di costruzione.
     

1987

  • Rüschlikon fa cittadina onoraria Adele Duttweiler. 
  • Bernhard Luginbühl è il creatore della prima borsa della spesa artistica, che giunge nei negozi sotto forma di 500’000 esemplari. L'idea è molto ben accolta e viene portata avanti con altri artisti.
  • Dal 1950 la «Chocolat Frey AG», fondata nel 1887, appartiene alla Migros. L'anno del suo anniversario questa centenaria impresa Migros impiega 556 persone e genera un fatturato di 213,4 milioni di franchi.
     

1988

  • Raramente uno svizzero è stato così duramente criticato come Gottlieb Duttweiler durante gli anni di lotta per la sopravvivenza della Migros. Altrettanto raramente uno svizzero è stato così interamente riabilitato come Gottlieb Duttweiler in occasione del suo 100º compleanno. Il 15 agosto quasi tutti i media si concentrano sul fondatore della Migros e riconoscono l'opera della sua vita, che ha cambiato la Svizzera in positivo. Anche la stampa Migros ricorda l'opera di Gottlieb Duttweiler con un'edizione speciale.
     

1989

  • Grande successo nel settore viaggi: il 1º ottobre la Migros Hotelplan AG rileva la Interhome AG, il maggiore offerente di case di villeggiatura al mondo.
     

1990

  • Con tristezza la comunità Migros dice addio ad Adele Duttweiler, deceduta a casa sua a Rüschlikon il 27 maggio all'età di 97 anni.
  • Sono passati 50 anni da quando Gottlieb Duttweiler ha annunciato di voler trasformare la Migros SA in un sistema cooperativistico. Le sette cooperative che ha fondato nel 1941 diventano in totale 12. 
  • Le festività in occasione del 100º anniversario della ferrovia del Monte Generoso non sono solo spensierate. Gli investimenti necessari e il deficit elevato della ferrovia acquistata nel 1941 sollevano anche domande sull'avvenire.
     

1991

  • Il 700º anniversario della Svizzera è anche l'occasione per la Migros, in quanto grande azienda indissolubilmente legata al paese, di sostenere le festività, una presa di coscienza storica e delle attività culturali.
  • A vent'anni dall'introduzione della partecipazione finanziaria il sistema viene ulteriormente migliorato. I collaboratori, anche il personale a tempo parziale e gli apprendisti, ricevono un conto. Il capitale di base viene aumentato da fr. 2500.- a fr. 4000.-.
     

1992

  • Il 29 febbraio l'assemblea dei delegati dà luce verde alle cooperative di Ginevra e Basilea per i progetti nei paesi confinanti. Contemporaneamente la FCM riesce a riacquistare il nome "Migros", che in Francia appartiene al gruppo Cora.
  • Dopo 34 anni presso la Migros, il 31.12.1991 Pierre Arnold si ritira dalla carica di presidente dell'amministrazione della FCM per motivi d'età. A partire dall'1.1.1992 gli succede Jules Kyburz, che dal 1984 presiede con successo la delegazione amministrativa della FCM. Eugen Hunziker diventa nuovo responsabile per la delegazione amministrativa della FCM.
  • I Clio Awards, il più prestigioso riconoscimento nel mondo della pubblicità, viene conferito ogni anno negli USA. Per la prima volta il premio alla migliore campagna pubblicitaria nazionale va all'estero: la Migros riceve l'ambìto riconoscimento per la sua simpatica serie di spot televisivi "Missgeschicke" (disavventure).
     

1993

  • Migros France S.A., fondata dalla Cooperativa di Ginevra, apre la prima MMM in Francia presso Val Thoiry. 
  • Durante l'assemblea dei delegati di febbraio, la Migros decide di diventare attiva in Austria, al di fuori dello stagnante mercato nazionale. 
     

1994

  • Otto mesi dopo l'apertura della MMM a Thoiry, la Migros inaugura ad Etrembières il suo secondo centro commerciale in Francia.
  • Con la società Familia a Vorarlberg e nel Tirolo dell'ovest, gestita dalla Cooperativa di San Gallo, viene inclusa una nuova regione economica.
     

1995

  • La Cooperativa di Basilea inaugura un grande magazzino self-service a Lörrach, nel sud della Germania. L'assortimento comprende circa 16’000 articoli, la metà dei quali proviene dall'offerta di Migros Svizzera.
  • L'impegno della Migros in Austria è condannato a fallire dopo che la cooperativa di consumo austriaca non riesce più a far fronte ai propri impegni. L'amministrazione Migros decide di offrire alla cooperativa di consumo austriaca la possibilità di ritirarsi dalla cooperazione. I 35 negozi Familia a Voralberg non sono colpiti da questa decisione e restano di proprietà della Cooperativa di San Gallo.
     

1996

  • Insieme ai suoi partner Brückenbauer, Hotelplan, FCM e le Scuole Club, la Migros appare per la prima volta su internet con il sito www.migros.ch.
  • In quanto prima grande distributrice in Svizzera e leader sul mercato dei fiori, in ottobre la Migros lancia insieme alle PTT il servizio nazionale di consegna a domicilio di mazzi di fiori, Florissimail.
  • La Migros ha alle spalle dieci anni di politica ambientale. Per questo all'inizio dell'anno presenta il primo rapporto ambientale completo facendo un bilancio delle sue molteplici e prevalentemente fruttuose attività.
  • A fine agosto, con il nome di M-Budget, la Migros lancia una linea di prodotti a buon mercato all’interno di singoli assortimenti offrendo vari articoli d'uso quotidiano e per economie domestiche a un prezzo inferiore del 15-25%. In breve tempo i prodotti M-Budget acquisiscono lo status di culto.
  • Alla fine del 1996, dopo 43 anni di impegno per la Migros, va in pensione Eugen Hunziker. Il 1º febbraio l'amministrazione FCM decide quindi di riorganizzare la direzione operativa a partire dal 1º gennaio 1997. Il numero di dipartimenti viene aumentato da cinque a sei. Peter Everts subentra come successore di Eugen Hunziker. 
     

1997

  • La Federazione delle Cooperative Migros acquisisce la maggioranza delle azioni dei grandi magazzini Globus. Si mira a una stretta collaborazione tra le due aziende in termini di informatica e logistica, mantenendo al contempo le due personalità aziendali distinte.
  • La Migros introduce M-Cumulus, il programma di fidelizzazione della clientela. Ognidieci franchi spesi i clienti ricevono un punto. Ogni 50 punti, corrispondenti a un importo d'acquisto di 500 franchi, viene consegnato un buono Cumulus del valore di cinque franchi.
  • La comodità ha il vento in poppa. Da metà giugno la filiale Migros presso l'area di servizio di Fuchsberg è aperta 365 giorni l'anno, dalle ore 8 alle 22. Anche i negozi delle stazioni di benzina Migrol seguono la tendenza degli acquisti “comodi”.
     

1998

  • Dopo il successo del progetto pilota, la Migros lancia definitivamente lo shopping online. Il carrello della spesa virtuale può essere riempito su Internet con circa 3000 articoli alimentari e non alimentari a prezzo di negozio. Grazie alla Migros, per la prima volta è possibile acquistare online in Svizzera anche prodotti freschi quali frutta, verdura o latticini.
  • Nel mese di gennaio la Banca Migros lancia i cosiddetti shop M-Finanz. L'idea è quella di offrire alla clientela la possibilità di effettuare le proprie operazioni bancarie durante gli acquisti quotidiani. Con il nome di "MBancNet" la Banca Migros consente per la prima volta ai suoi clienti di effettuare operazioni bancarie su Internet.
     

1999

  • Apre a Basilea OBI, il nuovo negozio per prodotti edili e fai da te. Migros Basilea dispone così del più grande centro commerciale specializzato in Svizzera su 23’000 metri quadrati.
  • La gastronomia Migros riprende le tendenze delle moderne abitudini alimentari e il 25 agosto nella filiale presso Limmatplatz apre a Zurigo il primo Food Court.
  • La Migros offre un nuovo servizio: la M-Infoline. Chiamando il numero 0848 84 0848 è possibile inviare richieste alla Migros, porre domande oppure inoltrare reclami.
  • In collaborazione con le FFS e la Kiosk AG la Migros lancia i primi tre negozi avec.
     

2000

  • La Migros festeggia il suo 75º anniversario. Vengono organizzate numerose attività dedicate all'anniversario.
  • Il 1º luglio del 2000, Jules Kyburz si ritira anzitempo dalla carica di presidente amministrativo della FCM. L'amministrazione FCM designa come successore Claude Hauser, il direttore della Migros di Ginevra.
  • La Migros introduce un nuovo marchio di qualità per i prodotti a base di carne. In questo modo può proseguire  la sua politica ormai in atto da un quarto di secolo a favore degli allevamenti rispettosi delle specie in modo durevole e coerente. I sette punti della garanzia contemplano la selezione degli animali, la loro provenienza, l'alimentazione, il trasporto, la lavorazione e il controllo.

2001

  • L'agenzia viaggi Hotelplan amplia in modo massiccio il proprio impegno a favore dell'ambiente.
    Per ogni vacanziere cinque franchi di fatturato vengono destinati al nuovo fondo ecologico Hotelplan. Hotelplan fonda la sua propria compagnia aerea. Belair Airlines AG spicca il volo per la prima volta nel mese di novembre.
  • A partire dal 2001, la Migros introduce un salario minimo di fr. 3000.- mensili per collaboratori che hanno compiuto 20 anni.
  • Gli imballaggi compostabili per la verdura coltivata biologicamente vengono ampiamente accettati dalla clientela. 
  • Peter Everts, presidente della delegazione amministrativa della FCM si ritira a fine anno.
    L'amministrazione FCM elegge quale successore Anton Scherrer, il presidente della delegazione amministrativa.
     

2002

  • Durante la loro riunione del 27 aprile, i delegati votano a grande maggioranza in favore di una riforma strutturale presso la FCM. Il sistema collegiale viene sostituito da una direzione generale con un presidente.
  • Il 5 giugno viene inaugurato ufficialmente a Suhr il nuovo centro di distribuzione Migros (MCS) per prodotti secchi e bibite. Inizia così una nuova era per la Migros.
  • Per contrastare la deforestazione delle foreste tropicali, la Migros e il WWF Svizzera hanno creato il progetto "Olio di palma sostenibile". 
     

2003

  • "La Migros è l'impresa svizzera che s'impegna con entusiasmo a favore della qualità di vita dei suoi clienti!." Con questo slogan la Migros si dà una nuova immagine.
  • Migros-shop.ch e LeShop stringono una forte alleanza. Per la prima volta i consumatori hanno la possibilità di acquistare prodotti Migros convenienti e noti articoli di marca nello stesso shop online.
  • La Federazione delle Cooperative Migros, insieme a quattro partner sociali esterni, ha concluso un contratto di lavoro collettivo fino al 2006.
  • Per poter soddisfare ancora meglio i desideri della propria clientela, nel corso dell'anno la Migros introduce diversi articoli di marca internazionali.
     

2004

  • Dal 2003 la Migros sottoscrive un contratto mondiale con i suoi fornitori nel settore non alimentare. In base ad esso, questi si impegnano ad offrire ai propri collaboratori condizioni di lavoro dignitose. Questo esempio fa scuola e la Migros, insieme ad altri grandi aziende commerciali europee, elabora un codice di condotta comune.
  • A inizio aprile, con la marca "Heidi" la Migros introduce in assortimento circa 30 nuovi latticini realizzati con purissimo latte svizzero di montagna.  
  • Il 25 maggio, le due riviste settimanali "Brückenbauer" e "Construire" appaiono per la prima volta con il nome di "Migros-Magazin" per la Svizzera tedesca e "Migros-Magazine" per la Svizzera occidentale in una rielaborazione visiva e contenutistica.
     

2005

  • A partire da ottobre, la Migros lancia una nuova linea esclusiva di deliziosi alimenti. L'assortimento dal nome Sélection comprende all'inizio 35 pregiati prodotti.
  • Il 1º luglio, Herbert Bolliger, ex direttore di Migros Aare, subentra ad Anton Scherrer diventando presidente della Direzione generale FCM.
  • La Migros si presenta ai suoi ca. 40’000 collaboratori di vendita con una nuova cartellonistica e in nuove vesti. Inoltre, tutti i fornitori della Migros sottoscrivono il Code of Conduct introdotto dalla Migros.
     

2006

  • Il 10 maggio le aziende Migros, Charles Vögele, Valora, Denner, Manor e Coop costituiscono la Comunità d'interesse del commercio al dettaglio svizzero. Le 6 aziende facenti parte della comunità continuano ad essere concorrenti sul mercato, ma vogliono tuttavia raggruppare i loro interessi a favore dei consumatori.
  • Il successo della linea di culto M-Budget continua. L'offerta di articoli M-Budget è in progressivo ampliamento e i prodotti possono essere acquistati per la prima volta anche attraverso lo shop M-Budget su internet. In novembre la Migros lancia la propria Mastercard M-Budget.
  • La Migros entra nel mercato all'ingrosso. L'amministrazione della FCM approva una partecipazione minoritaria del 30% alla Cash+Carry Angehrn.
     

2007

  • La Migros acquisisce il 70% della Denner AG. Il partenariato con il leader del discount alimentare è in perfetta sintonia con la strategia della Migros di partecipare al mercato dei discount con assortimenti complementari.
  • 50 anni prima la comunità Migros ha ancorato negli statuti i suoi impegni per il Percento culturale. L'anno dell'anniversario viene celebrato con diverse attività.
  • Da oltre dieci anni esiste una stretta collaborazione tra IP-Suisse e la Migros. Questo partenariato viene ora rafforzato attraverso la creazione comune del nuovo marchio TerraSuisse, sotto la nota marca ombrello "Engagement".
     

2008

  • La Migros conferisce a Kofi A. Annan il premio Gottlieb-Duttweiler. Annan riceve il premio di 100’000 franchi quale riconoscimento per la lotta di tutta una vita in favore del benessere dell'umanità.
  • Ursula Nold è la prima donna ad essere eletta al vertice dell'assemblea dei delegati, l'organo supremo della Federazione delle Cooperative Migros. 
     

2009

  • Appare la nuova rivista Vivai, dedicata alla salute e alla sostenibilità, con una tiratura complessiva di 500’000 esemplari.
  • M per il meglio. La Migros lancia la nuova campagna pubblicitaria e lo spot televisivo con la gallina "Chocolate". La promessa è chiara: ciò che reca la scritta Migros presenta un valore aggiunto.
     

2010

  • A dicembre la Migros acquisisce una partecipazione maggioritaria alla Medbase AG, un prestatario di servizi medici e paramedici di successo.
  • Con M-way la Migros punta sull'elettromobilità. M-way è sinonimo di uno sviluppo verso una mobilità sostenibile e rispettosa dell'ambiente.
  • La Migros lancia Migipedia.ch, una piattaforma internet unica nel suo genere fatta su misura per i molteplici desideri dei clienti.
    La piattaforma Migros virtuale non funge soltanto da scambio sociale ma integra anche la clientela nella comunità Migros in modo divertente. 
  • Nel quadro di un ampio studio di mercato, la Migros viene per la prima volta nominata il marchiopiù forte in Svizzera.
     

2011

  • La Migros introduce il sistema di self-scanning Subito, per consentire acquisti più semplici e rapidi.
  • La Migros lancia un'offensiva sui prezzi. Il commerciante al dettaglio abbassa in modo permanente i prezzi di vendita dei prodotti d'uso quotidiano e anche degli articoli di marca.
     

2012

  • I delegati confermano Ursula Nold quale presidente dell'assemblea dei delegati FCM ed eleggono Andrea Broggini quale nuovo presidente dell'amministrazione.
    È il successore di Claude Hauser, il quale si ritira dalla carica per motivi di età.
  • La Migros dà un nome al proprio impegno in favore della sostenibilità: Generazione M. Con esso la Migros si prefigge obiettivi ambiziosi, che comprendono oltre 30 promesse molto concrete.
  • L'amministrazione della FCM approva l'acquisizione di una partecipazione minoritaria del 30% alla Galaxus AG con i suoi shop online Digitec.ch e Galaxus.ch. Con il nuovo partner la Migros rafforza ulteriormente la sua posizione leader nel commercio online. 
  • La Migros lancia il club per famiglie Famigros. L'obiettivo del nuovo club per famiglie è quello di accompagnare e sostenere i nuovi genitori ma anche quelli più esperti.
     

2013

  • Per il suo 125º compleanno, la Posta svizzera onora il fondatore della Migros Gottlieb Duttweiler con un francobollo speciale. Per questa occasione la Migros rende accessibile parte del suo archivio online.
  • I terminali di pagamento di tutte le casse delle filiali Migros, ristoranti Migros, take away e negozi specializzati vengono convertiti al pagamento senza contatto con carta di credito.
  • Nel mese di maggio la rivista specializzata "Private Label International" conferisce per la prima volta il premio European Retailer of the Year, ovvero commercianteal dettaglio europeo dell'anno. La Migros conquista subito il primo posto.
  • Secondo il Brand Asset Valuator (BAV), la Migros è la marca svizzera di maggior successo, prima di Toblerone e Google.
  • L'ultimissima azione di raccolta Minimania batte tutti i vecchi record.
    "Minimania" è incentrato su prodotti Migros tradizionali in formato mini.
  • I grandi magazzini Globus acquisiscono la catena di negozi di moda Schild diventando il numero uno nel mercato dell'abbigliamento da medio a superiore.
     

2014

  • Migros lancia "Noi firmiamo. Noi garantiamo." In questo modo sottolinea l'unicità dell'industria Migros. La Migros è l’unica impresa al mondo nell’ambito del commercio al dettaglio a produrre la gran parte dell’assortimento in imprese proprie.
  • La Migros viene nominata il commerciante al dettaglio più sostenibile al mondo dall'agenzia di rating Oekom Research.
  • Per la prima volta il fatturato online della Migros supera la soglia del miliardo raggiungendo 1,086 miliardi.
  • La canzone di Natale della Migros arriva in testa alle classifiche. Grazie all'acquisto della canzone la clientela Migros dona oltre un milione di franchi alle persone bisognose in Svizzera, contributo che viene raddoppiato dalla Migros.
     

2015

  • Nell'e-commerce, la Migros potenzia la propria leadership sul mercato aumentando dal 40% al 70% la propria quota del commerciante online Galaxus.
  • Medbase partecipa per il 70% ai centri per la salute santémed di Swica.
  • Con l'azione di raccolta natalizia di fondi per i bambini bisognosi in Svizzera, la clientela Migros dà prova, insieme alla Migros, di grande solidarietà. Vengono raccolti oltre 6 milioni di franchi, il doppio rispetto all'anno precedente, che vengono interamente devoluti a quatto organizzazioni caritatevoli svizzere.
     

2016

  • Dopo il successo di una fase pilota, nel 2015 viene introdotto il servizio di ritiro PickMup, che consente alla clientela di ritirare presso una sede a piacere le proprie ordinazioni online. Per la fine dell'anno la rete è estesa a 305 punti di ritiro.
  • La fondazione svizzera per l'ambiente conferisce alla Migros il premio ambientale per la biodiversità nelle sue imprese. A fine 2016 la Migros può contare su un totale di oltre 2,7 milioni di metri quadrati di spazio vitale per piante e animali in sintonia con la natura.
  • Sui tetti del Centro di distribuzione della Migros di Neuendorf AG la Migros gestisce la centrale elettrica a energia solare più grande della Svizzera. Con una superficie pari a 185 campi da tennis, i pannelli producono elettricità per 3600 economie domestiche.
  • Migipedia, la piattaforma della community, supera per la prima volta i 100’000 utenti confermandosi così la numero uno tra le community aziendali in Svizzera.
  • La promessa della Migros di acquistare unicamente pesce da fonti sostenibili entro il 2020 può essere mantenuta in anticipo. Già a partire dal 2014 la Migros offre nei banconi con servizio soltanto pesce da fonti sostenibili e a partire dal 2016 anche nel reparto self-service.
     

2017

  • La Migros lancia l'iniziativa per la salute iMpuls con consigli per uno stile di vita sano. Attraverso la piattaforma www.migros-impuls.ch raggruppa tutte le offerte e i servizi del gruppo Migros dedicati alla salute.
  • A settembre l'industria Migros avvia una cooperazione con la piattaforma commerciale online cinese NetEase Kaola, sulla quale commercializza un assortimento di prodotti Migros selezionati con il nome di Orange Garten.
  • "La Migros è della gente." Alla Migros né gli azionari né una famiglia di fondatori possono dire la loro. L'azienda appartiene ai suoi oltre 2,2 miliardi di soci e socie. Questo dato di fatto rappresenta il nucleo della nuova campagna pubblicitaria.
  • A marzo la Migros inaugura il ristorante panoramico Fiore di pietra sul Monte Generoso in Ticino. L’edificio è stato progettato da Mario Botta, architetto di fama internazionale.
     

2018

  • La Migros è leader mondiale nel settore del benessere animale e mantiene la sua posizione di primato nel cosiddetto Business Benchmark on Farm Animal Welfare (BBFAW). 
  • Anche quest’anno, per la quarta volta consecutiva, il sondaggio GfK Business Reflector ha decretato che la Migros è l’azienda leader svizzera che gode della migliore reputazione.
  • Schild e Herren Globus uniscono le proprie forze e diventano Globus. I tre formati sono raggruppati sotto la marca ombrello premium Globus, la cui presenza digitale viene fortemente promossa.
  • Fabrice Zumbrunnen è stato nominato nuovo Presidente della Direzione generale della Federazione delle Cooperative Migros. Assume il suo incarico succedendo a Herbert Bolliger, che va in pensione dopo 13 anni di successi.
  • Con "Fast Forward" la direzione generale lancia l'analisi d'impresa volta a ottimizzare le interfacce all'interno della FCM eliminando i doppioni. Ridefinendo i compiti della FCM e ottimizzando i processi di lavoro, è possibile creare spazio per far fronte ai temi del futuro. Nel quadro della riorganizzazione saranno eliminati circa 290 impieghi a tempo pieno.

Per saperne di più