Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Migros 2008: cifra d’affari da record – terzo miglior utile annuo di sempre - 31.03.2009 Migros 2008: cifra d’affari da record – terzo miglior utile annuo di sempre

Zurigo - Il 2008 del Gruppo Migros è stato un esercizio caratterizzato da una forte crescita della cifra d’affari e da ottimi risultati operativi. I ricavi del Gruppo sono aumentati del 13,5% e ammontano ora a 25,8 miliardi di CHF. Il merito di questo risultato soddisfacente è della cifra d’affari al dettaglio che, cresciuta del 16,3%, ha raggiunto i 21,6 miliardi di CHF. Il risultato operativo (EBIT) del Gruppo Migros è cresciuto di 70 milioni di CHF o del 6,7%. A ciò hanno contribuito essenzialmente i segmenti Vendita al dettaglio affidata alle cooperative e Commercio. L’utile del Gruppo è, con 701 milioni di CHF, il terzo migliore di sempre nella storia di Migros. Gli investimenti sono aumentati del 17,8%, raggiungendo la quota record di 1‘674 milioni di CHF. E, nei prossimi tre anni, Migros investirà in Svizzera altri 5 miliardi di CHF. Alla fine dell’anno, Migros contava in totale 84’096 dipendenti, di cui 3’178 erano persone in formazione per 40 professioni diverse.

Andamento dei ricavi superiore alla media

Nel 2008, il Gruppo Migros ha messo a segno una crescita del 13,5%. Di conseguenza, la cifra d’affari del Gruppo è aumentata di 3,053 miliardi di CHF e ha raggiunto i 25,750 miliardi di CHF. Dal punto di vista operativo, Migros ha saputo incrementare il proprio risultato d’esercizio (EBIT) del 6,7% rispetto all’anno precedente, totalizzando 1,113 miliardi di CHF. L’utile del Gruppo, nonostante le avversità sul fronte dei mercati finanziari, ammonta a 701 milioni di CHF (-12,5%). Il capitale proprio è cresciuto del 5,3%, raggiungendo i 12,258 miliardi di CHF. La quota del capitale proprio, inclusa Banca Migros, ammonta al 25,1%; senza Banca Migros è pari al 56,1%. L’azienda può pertanto contare su un florido finanziamento.


Numero di collaboratori

L’effettivo del personale in forza alle aziende Migros consolidate è cresciuto nel 2008 dell’1,7% o di 1‘384 unità per un totale di 84‘096 dipendenti. L’aumento è riconducibile soprattutto all’andamento del personale nelle cooperative, nell’industria, nel commercio e in Banca Migros.


Cifra d’affari al dettaglio

La cifra d’affari al dettaglio (incl. estero) è cresciuta del 16,3% nel 2008 per un totale di 21’557 milioni di CHF (AP: 18’535 milioni di CHF). In essa sono comprese le cifre d’affari realizzate in Svizzera e all’estero dalle dieci cooperative regionali, Denner, Magazine zum Globus, Interio, Office World, Ex Libris, LeShop, Migrol e altre aziende. L’aumento della cifra d’affari al dettaglio senza Migros Deutschland e Migros France si attesta invece al 17,1%.


Cooperative: migliore crescita da anni

In un mercato aspramente conteso, le dieci cooperative incluse le cinque filiali all’estero in Francia e in Germania hanno realizzato una cifra d’affari pari a 15,388 miliardi di CHF, valore che rispetto all’anno precedente registra un aumento di 730 milioni di CHF (+5,0%). Particolarmente soddisfacente può considerarsi la crescita per i supermercati, che hanno saputo mettere a segno uno straordinario +5,7%. I proventi netti di supermercati/ipermercati e mercati specializzati sono stati pari, nell’insieme, a 13,5 miliardi di CHF (+5,0%). Fra i mercati specializzati, SportXX ha chiuso al meglio con una crescita del 6,2%. Nel segmento Mobili si nota già un atteggiamento piuttosto riluttante da parte dei consumatori. La cifra d’affari di Micasa, con una sede in meno, accusa pertanto una flessione del 4,5% rispetto all’anno precedente.


Le cifre d’affari particolarmente positive realizzate dalle cooperative Aare, Neuchâtel/Friburgo, Vallese e Ticino sono dovute, non da ultimo, anche all’acquisizione di Carrefour da parte del principale concorrente di Migros. Migros ha così potuto fare propri numerosi clienti Carrefour sensibili ai prezzi.


Rincaro: Nel 2008, gli aumenti registrati da diverse materie prime e un doppio ritocco al prezzo del latte hanno portato a un rincaro dell’assortimento del 2% in totale; il rincaro nazionale medio si è invece attestato sul 2,4%. Gli assortimenti nei mercati specializzati Migros, complice il rincaro negativo, risultano dunque più convenienti in media dell’1,7%.


Quote di mercato: La quota di mercato del Gruppo Migros si è attestata per la prima volta oltre il 20% (20,5%). L’aumento pari al 2,2% è in primo luogo riconducibile alla forte crescita messa a segno dal Gruppo Denner (+8,3%). Nel settore Food, la quota di mercato è stata incrementata del 3,6% (dal 25,0 al 28,6%). Nel settore Non Food, l’aumento è stato piuttosto modesto e si quantifica in 0,5 punti in percentuale (dal 12,4 al 12,9%).


Programmi label: Nel 2008, Migros ha venduto prodotti con un plusvalore sociale ed ecologico per 1,256 miliardi di CHF (+10,8%). Fatta eccezione per Max Havelaar, tutte le label registrano una forte crescita. Bio: +10,7%, MSC: +8%, TerraSuisse: +14,5%, Cotone Bio: +12,8%, FSC: +2,5%. Max Havelaar, come detto, ha accusato una lieve flessione: -0,4%.


Nel 2008, con l’accorpamento delle due label IP-Suisse ed M7 nella nuova TerraSuisse, Migros ha creato un programma di label che in virtù di un approccio globale pone nuovi standard nell’offerta sostenibile del commercio al dettaglio.


Nel settore Pesce, Migros si è inoltre impegnata a contrastare la scomparsa della varietà delle specie, aderendo al WWF Seafood Group.
 

Assortimenti: L’assortimento M-Budget, che conta all’incirca 600 articoli, nel 2008 ha beneficiato nuovamente di ribassi sui prezzi per un ammontare di 25 milioni di CHF. L’assortimento, che pratica prezzi bassi garantiti su 400 articoli, ha realizzato una cifra d’affari pari a 776 milioni di CHF (+10%).


Sélection continua a godere di crescente popolarità tanto che, nelle maggiori filiali, l’assortimento ha registrato una nuova e marcata crescita. La linea Sélection, nel frattempo, conta ormai 350 prodotti circa. La sua cifra d’affari è aumentata del 4,7% rispetto all’anno precedente e ammonta ora a 45,7 milioni di CHF.


Anna’s Best, la marca per i prodotti convenience, è cresciuta del 44% in termini di cifra d’affari durante l’anno in rassegna, totalizzando ben 259 milioni di CHF. Nel 2008 si è avuta una traslazione dell’assortimento "Fresh & Quick" nella linea Anna’s Best.


La marca di programma "Actilife, un pizzico di salute in più" ha potuto essere ampliata ulteriormente nel corso del 2008. Il dato principale riguarda però la cifra d’affari che, con 200 prodotti circa, è cresciuta del 22% e si quantifica in 60,7 milioni di CHF.


Rete di distribuzione: Il numero delle sedi Migros in Svizzera è salito a 601 unità nel 2008 (AP: 589). Tra le principali inaugurazioni durante l’anno in rassegna figurano Berna Westside, il nuovo mercato per l’edilizia Obi ad Abtwil e due filiali Outdoor di SportXX. Anche M-Electronics ha aperto altri due mercati specializzati, mentre Do it + Garden ha dovuto cedere due e Micasa una sede.


Superfici di vendita: Nel 2008, la superficie di vendita totale in Svizzera è stata ampliata di 25‘733 m2 (+2,1%) per un totale di 1‘251‘115 m2. L’aumento della superficie si distribuisce in misura pressoché uniforme tra i due canali di distribuzione Supermercati/Ipermercati e Mercati specializzati.
Anche la produttività della superficie ha messo a segno una nuova e significativa crescita, attestandosi su livelli molto elevati. Per supermercati/ipermercati, l’aumento si quantifica in 542 CHF (+3,6%) per un totale di CHF 15‘490/m2. Per i mercati specializzati, invece, il valore di CHF 4‘333/m2 si colloca su un livello leggermente superiore rispetto all’anno precedente. In totale, la produttività della superficie per m2 ponderato è cresciuta del 4,4%.


Gastronomia Migros: Nel 2008 è cresciuta anche la Gastronomia Migros. La sua cifra d’affari è aumentata del 3,2%, raggiungendo i 680 milioni di CHF. Sono stati lanciati con successo i nuovi formati di ristorante Sessibon e Cha Cha. Quest’ultimo è un’innovativa struttura gastronomica in franchising di cui Migros è affiliata esclusiva in Svizzera. Per entrambi i formati sono previste ulteriori sedi. A fine 2008, Migros gestiva in totale 193 ristoranti (AP: 198).


Commercio

Denner: Denner con una cifra d’affari netta di 2‘696 milioni di CHF volge lo sguardo a un anno caratterizzato da grandi successi. La crescita si è attestata sull’8,3%, valore che corrisponde a un plus di 205,8 milioni di CHF. Denner, nel 2008, contava 433 filiali (+1) e 313 satelliti (+16).


Globus: I Magazine zum Globus hanno incrementato del 2,9% la propria cifra d’affari netta durante il trascorso esercizio, portandola a 803,8 milioni di CHF (+22,5 milioni di CHF). A Berna sono state ristrutturate e riaperte le filiali Globus e Herren Globus, quest’ultima con il nuovo concetto di successo „Mondo uomo“ (Tutto per l’uomo). A Berna Westside, Globus ha inaugurato la sua tredicesima filiale. La cifra d’affari netta di Herren Globus è cresciuta del 4,2% e ammonta a 74,6 milioni di CHF (+3 milioni di CHF).


Interio: L’esercizio 2008 ha accusato una flessione rispetto all’eccellente risultato del 2007. La cifra d’affari si è ridotta in concreto del 3,0%, scendendo a 278,9 milioni di CHF.


Office World: Office World, l’offerente multichannel nel settore Office, ha incrementato nuovamente la propria cifra d’affari del 4,1% (AP: +3,3%). Il dato del 2008 si quantifica pertanto in 110,5 milioni di CHF. Anche questa volta, l’espansione dell’attività online ha contributo alla crescita in misura superiore alla media.


LeShop.ch: LeShop si è resa protagonista di una crescita vertiginosa anche nel 2008. Lo shop online, dunque, ha messo a segno un nuovo e soddisfacente plus del 21,0% che ha portato la cifra d’affari a 111,8 milioni di CHF. L’azienda ha saputo acquisire 39'400 nuovi clienti durante il trascorso esercizio. In media, i clienti LeShop hanno speso 223 CHF per acquisto (+5%).


Ex Libris: Anche Ex Libris archivia un forte tasso di crescita. La cifra d’affari è aumentata dell’8,5%, raggiungendo i 193,3 milioni di CHF. Ex Libris detiene la leadership dei prezzi sul mercato svizzero.


Migrol: Il periodo burrascoso sui mercati petroliferi ha prodotto, a inizio luglio, cifre d’affari da record per Migrol. Nonostante i prezzi siano scesi nuovamente in seguito, Migrol può comprovare una crescita della cifra d’affari nell’ordine del 21,3% per un totale di 1‘974,6 milioni di CHF. Per quanto riguarda la vendita di olio combustibile, la cifra d’affari netta è aumentata del 41% e la quantità smerciata del 21%.


Il numero di shop nelle stazioni di servizio è rimasto invariato a 99 unità durante l’anno in rassegna. Gli shop avec. assegnati a Migros verranno convertiti in shop Migrolino nel corso del 2009. Il primo Migrolino è stato inaugurato a Stans nel novembre scorso presso la stazione di servizio Shell.

Industria Migros

Nonostante la pressione sul fronte dei prezzi, il franco forte e i primi segni di una recessione nei mercati d’esportazione, la cifra d’affari netta realizzata nel 2008 dalle 15 imprese dell’Industria Migros in Svizzera ha potuto essere incrementata di 385 milioni di CHF per un totale di 5‘018 milioni di CHF. In concreto si tratta di una proficua crescita nell’ordine dell’8,3%. Le cifre d’affari nette per canali di distribuzione sono ripartite nel modo seguente: export +0,8% (in valuta locale +9%), clienti terzi in Svizzera +10,3%, canale Migros +8,7%. Il buon risultato conseguito con i clienti terzi in Svizzera è dovuto principalmente all’espansione dell’attività con i grandi consumatori.
 

Viaggi

Gruppo Hotelplan: Nel 2008, il Gruppo Hotelplan ha accusato una perdita della cifra d’affari nell’ordine dei 50,4 milioni di CHF (-2,5%). Il suo valore ammonta ora a 1‘928,6 milioni di CHF. Hotelplan Svizzera e Travelhouse si posizionano pertanto su livelli inferiori rispetto all’anno precedente. Attualmente, la cifra d’affari mancante è riconducibile anche alla vendita di Belair.


Servizi finanziari

Banca Migros: I ricavi derivanti dall’attività dei servizi finanziari sono stati pari nel 2008 a 1019,1 milioni di CHF (+2,7%). Il risultato operativo si quantifica in 208 milioni di CHF. Nonostante la congiuntura difficile, Banca Migros ha saputo acquisire nuove quote di mercato nel proprio core business e incrementare i ricavi derivanti dall’attività con la clientela. Nel 2008, Banca Migros può vantare in totale 66‘000 nuovi clienti.


Prospettive per il 2009

Migros prevede per il 2009 una crescita del 2%. Sarà superiore alla media per l’attività convenience con Migrolino e il business online. Cifre d’affari in calo sono invece previste per viaggi e mobili a causa della crisi economica. Nei prossimi tre anni, Migros destinerà 5 miliardi di CHF a rinnovamenti e ampliamenti di MMM di grandi dimensioni.
 

Ulteriori informazioni: