Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Il Gruppo industriale Migros - 04.02.2010 Il Gruppo industriale Migros cresce nonostante le avversità congiunturali

Zurigo - Il Gruppo industriale Migros, nonostante le avversità congiunturali, è riuscito a espandere ulteriormente la propria posizione di mercato sia in Svizzera che all’estero. A fronte di un calo sostanziale dei prezzi di vendita ha infatti saputo mettere a segno una cifra d’affari pari a 5.1 miliardi di CHF (anno precedente: 5.0 miliardi di CHF), che si quantifica in un plus dell’1.5%. La crescita è riconducibile al buon andamento delle attività sul mercato nazionale con il Gruppo Migros, così come ai clienti terzi in Svizzera. Del 2.0% è cresciuta la cifra d’affari realizzata attraverso l’approvvigionamento del canale Migros, dove si segnala uno sviluppo superiore alla media per Denner, LeShop e i negozi nelle stazioni di servizio. La cifra d’affari con i clienti terzi in Svizzera è aumentata del 2.5%, soprattutto grazie all’ulteriore espansione dell’attività gastronomica. L’export si è mantenuto sui livelli dell’anno precedente in valuta locale (-6.0% in CHF). Nel 2009, le 15 imprese industriali Migros svizzere hanno investito complessivamente intorno ai 150 milioni di CHF per potenziare e garantire un futuro alla piazza produttiva svizzera.

ce_m_industrie_wachstum

Anche nel 2009, l’Industria Migros ha saputo sviluppare con successo l’attività con nuovi concetti e clienti. Nonostante i prezzi decisamente in calo per i prodotti freschi, la cifra d’affari totale netta ha infatti registrato una crescita nell’ordine dell’1.5% per un totale di 5.1 miliardi di CHF. Così le posizioni di forza sul mercato hanno potuto essere consolidate e potenziate ulteriormente.

Il canale Migros è cresciuto del 2.0%, registrando uno sviluppo superiore alla media per le attività con Denner, LeShop e i negozi nelle stazioni di servizio. Con i clienti terzi in Svizzera è stato possibile mettere a segno un +2.5% a livello di cifra d’affari grazie soprattutto all’espansione dell’attività gastronomica. L’export si è mantenuto sui livelli dell’anno precedente in valuta locale (+0.5%), ma in CHF ha subito una flessione del 6.0%.

Anche nel 2009, la crescita più consistente pari al 6.4% ha potuto essere realizzata nel settore di attività „Carne, pesce, pollame“. A trainare lo sviluppo sono state l’espansione dell’attività gastronomica, l’acquisizione di produzioni delle cooperative e varie novità sul fronte dei prodotti.
Lo sviluppo nel settore di attività „Latticini & formaggi“ è stato segnato da un netto calo dei prezzi. Grazie all’ottimizzazione degli assortimenti, così come all’espansione dell’attività gastronomica e con Denner, la cifra d’affari ha però potuto mantenersi sui livelli dell’anno precedente.
Il settore di attività „Pane, prodotti da forno, paste alimentari, riso, biscotti“ ha registrato uno sviluppo leggermente superiore rispetto all’anno precedente (+0.8%). Nel canale Migros, i clienti apprezzano la disponibilità di pane caldo fino alla chiusura dei negozi, così come la vastità dell’assortimento Grazie a nuovi concetti e a grandi novità lanciate da Creme d'Or si è riusciti a conquistare la leadership di mercato nel settore dei gelati. L’attività legata ai clienti terzi sia in Svizzera che all’estero ha potuto essere ampliata in misura sostanziale.
La cifra d’affari nel settore di attività „Cioccolato & caffè“ è diminuita complessivamente del 2.2%. Frey, nonostante la flessione del mercato, è però riuscita a consolidare la posizione di numero uno della cioccolata in Svizzera con assortimenti di grande impatto per le festività. Delica ha sorpreso i consumatori con nuovi concetti nel settore dei condimenti e si conferma sulla cresta dell’onda con l’interessante sistema a cialde per caffè Delizio.
Il settore di attività „Bevande & prodotti convenience“ con un +0.9% ha registrato uno sviluppo leggermente superiore rispetto all’anno precedente. Sulla cifra d’affari ha influito positivamente soprattutto l’ulteriore potenziamento dell’attività gastronomica e di quella legata alle bevande.
Nel settore Near Food (cosmetici, detersivi e detergenti), l’attività ha potuto chiudere sui livelli dell’anno precedente. Nel canale Migros si è affermata con successo la nuova private label „I am“. Per quanto riguarda invece l’attività internazionale, la flessione dei prezzi e le perdite valutarie hanno potuto essere ampiamente compensate con nuovi concetti e prodotti innovativi. Con Zoé Effect PhytoCellTecTM, Mibelle è riuscita ancora una volta a lanciare un’innovazione di altissimo livello che le ha fruttato grande considerazione a livello nazionale e internazionale.
Nel settore di attività „Commercio all’ingrosso“, Scana Alimentari SA ha ampliato ulteriormente la propria posizione di mercato. Alla base di questo successo duraturo si pongono i validissimi servizi Internet e gli assortimenti interessanti. Nell’ambito della collaborazione con Cash & Carry Angehrn sono stati lanciati nuovi concetti d’assortimento, andando così a creare valori aggiunti per la clientela.

Esportazioni e attività internazionale

L’attività dell’export si è mantenuta sui livelli dell’anno precedente in valuta locale (+0.5%); in CHF, però, la cifra d’affari ha subito una flessione del 6.0%, scendendo a 325 milioni di CHF. Sul risultato hanno influito in misura determinante le perdite valutarie (£ e $) e la riluttanza all’acquisto di prodotti premium. Da un punto di vista geografico, l’attività si è concentrata principalmente sui grandi mercati europei: Germania, Inghilterra e Francia. Dopo una buona partenza, per dare ulteriore impulso all’attività in Nord America, sono state allestite strutture proprie di marketing e di vendita negli USA e in Canada.

Investimenti sulla piazza svizzera

Anche nel 2009 sono stati effettuati investimenti mirati per 150 milioni di CHF circa in progetti di crescita e di razionalizzazione nelle imprese industriali Migros e, di conseguenza, nella piazza produttiva svizzera. In Bischofszell Prodotti alimentari SA è entrata in funzione la piattaforma per i prodotti convenience. A Estavayer-le-Lac, Elsa ha concluso secondo i piani la prima tappa del grande progetto ELSAvenir ed è sulla buona strada per diventare una delle più efficienti latterie in Europa. Jowa ha investito molto nell’espansione delle panetterie nelle filiali per poter offrire una varietà ancora maggiore di pane fresco fino alla chiusura dei negozi. Su binari paralleli, tutte le imprese investono inoltre in progetti per l’ambiente, concorrendo al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di riduzione della CO2.

Personale

Alla fine del 2009, le 15 aziende svizzere dell’Industria Migros davano lavoro a 9’837 collaboratori (2008: 9’933). L’Industria Migros è attualmente impegnata nella formazione di 396 apprendisti in più di 15 professioni (anno precedente: 380).

Prospettive

Il Gruppo industriale Migros perseguirà anche in futuro una strategia di crescita basata su una forte piazza industriale svizzera. Sul mercato interno, la crescita strategica riguarderà lo sfruttamento ottimale delle possibilità all’interno della Comunità Migros e l’espansione delle attività gastronomiche. L’attività internazionale verrà sviluppata ulteriormente e continuamente con l’obiettivo di realizzare entro il 2012 una cifra d’affari pari a 700 milioni di CHF. In primo piano si porranno il rafforzamento della capacità di commercializzazione sui mercati principali e l’espansione mirata degli assortimenti.

Ulteriori informazioni: