Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Midor punta su ingredienti - 17.05.2010 Midor punta su ingredienti naturali per il gelato Crème d’or

Zurigo - Midor, un’azienda del Gruppo industriale Migros, produce ogni anno attorno alle 30‘000 tonnellate di biscotti e gelati. Predilige ingredienti naturali e materie prime svizzere provenienti da agricoltura sostenibile. La novità è che in futuro, per la produzione della linea di gelati di prima qualità Crème d’or, Midor rinuncerà completamente agli additivi artificiali.

ce_creme

Tuorlo d’uovo al posto dell’emulsionante E471, succo di limone al posto dell’acidificante. Il popolare gelato Crème d’or sarà disponibile da subito in tutti i gusti con componenti naturali al 100%. Il tuorlo renderà il gelato Crème d’or cremoso e non troppo freddo; il fruttosio ne manterrà la dolcezza; zucca, ortica e sambuco gli conferiranno il colore del caso.

„In Svizzera sono sempre più numerose le clienti e i clienti che desiderano prodotti naturali. Il gelato senza additivi è una tendenza mondiale“, dichiara sicura Irene Geilinger, Responsabile Sviluppo/Assicurazione qualità in Midor SA.
Midor è leader in Svizzera nella produzione di gelati e biscotti. Dagli impianti dell’affiliata Migros escono ogni anno più di 9000 tonnellate di gelato in totale, di cui circa 1500 sono destinate alla linea Crème d’or. Lo sviluppo e la produzione dei primi gelati Crème d’or con aromi naturali e coloranti vegetali risale a molto tempo fa. Tuttavia, per arrivare a convertire le ricette di tutti e 45 i gusti senza compromettere sapore e qualità, ci sono voluti due anni interi. La sfida maggiore che ha dovuto affrontare il team addetto allo sviluppo è stata quella dei due gusti più amati: vaniglia e cioccolato. I consumatori, infatti, sono molto sensibili e reagiscono subito nel momento in cui avvertono improvvisamente qualcosa di diverso nel sapore di un prodotto che conoscono bene.

Nonostante il rincaro delle materie prime utilizzate per le nuove ricette, il prezzo dei gelati Crème d’or non cambierà per i consumatori. „Dopo tutto è tipico di Migros non far corrispondere a un plusvalore per il cliente un prezzo di vendita maggiore!“, conclude Irene Geilinger.

Ulteriori informazioni: