Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Il Percento culturale Migros è investitore culturale dell’anno 2010 - 28.10.2010 Il Percento culturale Migros è investitore culturale dell’anno 2010

Zurigo e Berlino - Il Percento culturale Migros è investitore culturale dell’anno 2010. Il premio, che viene conferito per la prima volta, è stato consegnato il 28 ottobre 2010 nel quadro del concorso per marchi culturali 2010.

Gottlieb Duttweiler

Gottlieb Duttweiler

Il concorso per marchi culturali premia già per la quarta volta le strategie di marketing di successo di città e istituzioni culturali, gli operatori più impegnati e le forme d’investimento più creative nei Paesi di lingua tedesca. In totale, hanno partecipato al concorso 105 celebri enti culturali, progetti di cultura, società di marketing territoriale cittadine e investitori nella settore culturale. La giuria di esperti, composta da 18 rappresentanti dell’economia, della cultura, della scienza e dei media, ha scelto i vincitori in cinque categorie: marchi culturali, marchi di tendenza, management culturale, marchi territoriali cittadini e, per la prima volta, nella nuova categoria dedicata agli investitori culturali.
Gisele Girgis, membro della Direzione generale e direttrice del Dipartimento Risorse umane, cultura e tempo libero della Federazione delle Cooperative Migros, è molto felice del premio: «Dopo che Migros ha ricevuto l’anno scorso il World Retail Award, non da ultimo per l’impegno sociale unico nel suo genere attraverso il Percento culturale, con questo premio il Percento culturale Migros ottiene un nuovo riconoscimento internazionale. Per me è un segno di grande apprezzamento per gli ingenti investimenti nella cultura e nella formazione che abbiamo fatto negli ultimi 53 anni.»

Un’idea di Dutti

L’idea del Percento culturale Migros si deve al fondatore della Migros, Gottlieb Duttweiler. Nello spirito della sua idea, la Federazione delle Cooperative Migros e le singole cooperative si impegnano ogni anno a versare un contributo al Percento culturale, che viene calcolato sulla base del fatturato e viene sempre versato, anche quando il volume d’affari nel settore della vendita al dettaglio scende. Questo impegno, davvero unico nel suo genere, garantisce la continuità del Percento culturale ed è stato inserito nello statuto della Migros. E’ un obiettivo d’impresa che si colloca sullo stesso piano degli obiettivi commerciali.

Le colonne portanti del Percento culturale Migros sono le attività e le istituzioni nei settori della cultura, della società, della formazione, del tempo libero e dell’economia. Comprendono la Scuola club Migros, gli Eurocentre, il GDI (Gottlieb Duttweiler Institut) di Rüschlikon, quattro parchi naturali, la ferrovia del Monte Generoso in Ticino e il Museo Migros di arte contemporanea a Zurigo. Attività e progetti nelle aree regionali e nazionali locali costituiscono un’altra parte integrante di questo impegno. Il Percento culturale Migros intende svolgere una funzione di stimolatore e ricerca la collaborazione con altre organizzazioni private e pubbliche. Si aggiunge a tutto ciò il supporto dato a progetti e singole persone attraverso i finanziamenti e premi di promozione. Dalla sua fondazione, nel 1957, la Migros ha investito più di 3,3 miliardi di franchi.

Ulteriori informazioni: