Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Altri 10 milioni di franchi supplementari a favore della società - 13.03.2012 Altri 10 milioni di franchi supplementari a favore della società

Zurigo - Migros consacrerà in avvenire altri 10 milioni supplementari per progetti di pubblica utilità, in aggiunta all’attuale Percento culturale. Estende così all’intero gruppo di imprese il proprio impegno culturale, sociale, ecologico e politico, assumendosi con impegno ancor maggiore la propria responsabilità sociale.

La Federazione delle cooperative Migros (FCM) e le cooperative devolvono già circa 115 milioni di franchi svizzeri l’anno, nell’ambito del Percento culturale Migros, per attività in ambito culturale, educativo e sociale. Ispirandosi a questo impegno, anche le imprese dei settori strategici di attività Commercio, Servizi finanziari e Viaggi consacreranno ora il 10 per cento dei loro dividendi sulla FCM a nuovi progetti nei settori dell’economia, della cultura, della sostenibilità e dello sport. I tre settori di attività in questione comprendono le imprese Denner, Ex Libris, Grandi Magazzini Globus, Interio, Office World & iba, Migrol, Banca Migros e il Gruppo Hotelplan. Secondo Claude Hauser, presidente dell’Amministrazione della FCM, questo impegno rappresenta il logico corollario del pensiero di Gottlieb Duttweiler. I nuovi fondi stanziati costituiscono un prezioso complemento al Percento culturale Migros, radicato sin dal 1957 negli statuti della Migros.

L’entità dei fondi dipenderà di volta in volta dall’andamento degli affari delle singole imprese. Nel 2012 saranno stanziati ben 10 milioni di franchi, che andranno ad alimentare nuovi settori e progetti. La destinazione dei fondi sarà decisa da un comitato direttivo, composto da Claude Hauser, presidente dell’Amministrazione della FCM, Herbert Bolliger, presidente della Direzione generale, Gisèle Girgis, responsabile del dipartimento Risorse umane, affari culturali e tempo libero, Fabrice Zumbrunnen, direttore della Cooperativa Migros Neuchâtel/Friburgo e Hedy Graber, responsabile della direzione Affari culturali e sociali della FCM.

Hedy Graber, che presiede il comitato direttivo, esprime il proprio compiacimento e spiega che il comitato svilupperà anzitutto una strategia in base alla quale in seguito saranno promossi progetti di vario genere negli ambiti tematici definiti.

Ulteriori informazioni: