Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Migros 2012: un anno soddisfacente - 09.04.2013 Migros 2012: un anno soddisfacente

Zurigo - Nel 2012 il Gruppo Migros ha saputo affrontare adeguatamente un esercizio economicamente difficile, realizzando un ricavato di circa 25,0 miliardi di franchi (+0,6%). La cifra d’affari al dettaglio ha registrato un aumento dell’1,3% (+2,2% in termini reali) attestandosi a 21,3 miliardi di franchi. L’EBIT del gruppo è aumentato di 6,6 milioni di franchi attestandosi a 985,6 milioni. È aumentato di 64,9 milioni di franchi anche l’utile di gruppo, salito a 724,2 milioni di franchi. Nel 2012 rimangono elevatissimi anche gli investimenti realizzati, per un totale di 1224,8 milioni di franchi. A fine esercizio la Migros occupava in totale un organico di 87 461 collaboratori, tra cui 3358 apprendisti formati in oltre 40 professioni diverse. «Abbiamo realizzato un risultato rallegrante nonostante le massicce riduzioni di prezzo concesse, il persistere del turismo degli acquisti e un fatturato in discesa nel settore viaggi», dichiara con soddisfazione Herbert Bolliger, presidente della Direzione generale della Federazione delle cooperative Migros (FCM).

BMK

BMK

Nonostante il clima di tensione che ha caratterizzato i consumatori, il 2012 è stato per la Migros un anno soddisfacente. Sondaggi ad ampio raggio realizzati tra i clienti attestano che i consumatori sono molto soddisfatti della scelta di prodotti, dei servizi e del rapporto qualità prezzo offerti dalla Migros. La grande fiducia che i clienti nutrono nella Migros si esprime anche nel nuovo aumento della domanda di prodotti ottenuti in modo socialmente responsabile ed ecologico. La crescita nel settore dei prodotti certificati si attesta al +14,3%.

Sono state particolarmente apprezzate anche le numerose innovazioni introdotte, quali ad esempio «famigros», il nuovo club online per famiglie lanciato in marzo che a fine anno contava già oltre 230 000 membri. In giugno è stato inaugurato a Rüschlikon (ZH) il «Giardino arancione» con il suo padiglione multimediale. Sempre nel mese di giugno, Migros ha introdotto la linea «Café Royal», il caffè in capsule compatibile con le macchine Nespresso. In agosto ha aperto i battenti a Zurigo il primo supermercato «solo bio» Alnatura. A novembre ha riaperto a Zurigo il rinnovato Museo Migros d’arte contemporanea. Per di più, Migros ha avviato una campagna a favore della generazione di domani, battezzata «Generazione M». Generazione M sintetizza l’impegno della Migros sul fronte della salute, del consumo, del personale, dell’ambiente e della società. La Migros, che alla fine del 2012 aveva già rilasciato oltre 40 promesse con obiettivi vincolanti, informa periodicamente in merito al grado di raggiungimento di questi obiettivi.

Nel 2012 la Migros ha ricevuto numerosi rinomati premi, tra i quali il World Star Award e lo Swiss Star Easyfairs Green Packaging Award per gli innovativi imballaggi sostenibili sviluppati da Mibelle (sistema di ricarica per le creme per il viso della linea I am). Lo Swiss Logistics Award le è stato assegnato per la realizzazione di un innovativo software grazie al quale è possibile pianificare in modo ottimale gli itinerari per il trasporto delle merci. Secondo un sondaggio di portata europea realizzato dal Reader’s Digest, sul fronte della tutela dell’ambiente la Migros è sempre la marca più credibile di tutta la Svizzera. E secondo il BusinessReflector della GfK, è persino l’impresa svizzera con la migliore reputazione.

Gruppo Migros

Andamento soddisfacente dei ricavi e dell’utile
Nel 2012 i ricavi (fatturato di gruppo) hanno registrato un aumento di 140,0 milioni di franchi, attestandosi a 24 998,8 milioni di franchi (+0,6%). Il risultato ante oneri finanziari (EBIT) ammonta a 985,6 milioni di franchi* (+0,7%), da cui risulta un corrispondente aumento del tasso di rendimento pari al 3,9% (esercizio precedente: 3,9%). Questo soddisfacente risultato è dovuto a un margine lordo stabile nel settore della vendita al dettaglio affidata alle cooperative, dagli incrementi di efficienza realizzati e da un potenziamento delle attività di commercio all’ingrosso. L’utile di gruppo è aumentato di 64,9 milioni di franchi (+9,8%) attestandosi a 724,2 milioni* (esercizio precedente: CHF 659,3 mio.). Il capitale proprio registra un incremento di 1043,9 milioni e si attesta a 15 922,3 milioni di franchi (+7,0%). La quota di capitale proprio ammonta, Banca Migros compresa, al 27,4%, senza Banca Migros al 63,8%.
* ante oneri previdenziali

Investimenti
Gli investimenti si sono mantenuti a un livello molto elevato anche nel 2012 e ammontano complessivamente a 1224,8 milioni di franchi (-3,2%). Importanti investimenti sono stati effettuati nel settore della vendita al dettaglio affidata alle cooperative. Nei settori Commercio e Industria e commercio all’ingrosso risultano invece lievemente inferiori rispetto al precedente esercizio e si attestano rispettivamente a 193,9 e 127,6 milioni di franchi.

Collaboratori
L’organico del personale delle imprese Migros consolidate è cresciuto nel 2012 dell’1,2%, ossia di 1068 persone, attestandosi a 87 461 collaboratori. La crescita registrata è riconducibile al consolidamento operato per la prima volta della Cash & Carry Angehrn SA, all’espansione nell’ambito del gruppo Gries Deco e ai potenziamenti realizzati in alcune imprese del Gruppo Migros. Nel 2012 il numero di apprendisti ha registrato un lieve calo, con 28 giovani in meno rispetto al precedente esercizio, e si attesta a 3358 persone in formazione. Il 62% degli apprendisti ha trovato un impiego in seno al Gruppo Migros al termine della formazione.

Cifra d’affari al dettaglio: crescita del 2,2% in termini reali

Nel 2012 la cifra d’affari al dettaglio (estero incluso) è aumentata di 275,3 milioni di franchi (+1,3%) passando a 21 333,9 milioni. Gli effetti del rincaro negativo (-0,9%) sul commercio al dettaglio corrispondono a -194 milioni di franchi. Al netto del rincaro la crescita si attesta dunque a un +2,2%. La cifra d’affari al dettaglio comprende il fatturato realizzato in Svizzera e all’estero dalle dieci cooperative regionali, Denner, Globus, Interio, Depot, dal gruppo Office World (OWiba), da Ex Libris, LeShop, Migrol, migrolino SA e da altre imprese (m-way SA, Probikeshop, Ryffel Running e Widmer SA). All’aumento registrato dal fatturato nel 2012 hanno contribuito soprattutto Denner (+1,7%), Migrol (+6,5%), Depot (Gries Deco Gruppe; +25,4%) e il gruppo Office World (+2,6%). La cifra d’affari al dettaglio realizzata in Svizzera ammonta a 20 765,2 milioni di franchi. La cifra d’affari al dettaglio realizzata all’estero da Migros Germania, Migros Francia e dal gruppo Gries Deco è aumentata di 82,1 milioni di franchi attestandosi a 568,7 milioni (esercizio precedente: CHF 486,6 mio.). In rapporto al volume del commercio al dettaglio rilevato dalla BAK, pari a complessivi 97 miliardi di franchi, la quota di mercato per il 2012 rappresenta il 19,8% (esercizio precedente: 19,9%).

Vendita al dettaglio affidata alle cooperative

Crescita del fatturato in termini reali: +1,0%
In un mercato caratterizzato da un’esacerbata competitività e dal persistere del turismo degli acquisti oltre confine, il fatturato delle dieci cooperative, comprese le sette filiali estere in Francia e Germania, ha registrato un calo pari al -0,9%, ossia a -137,9 milioni di franchi, e si è attestato a 14 524,0 milioni. In Svizzera le cooperative hanno realizzato un fatturato pari a 14 322,5 milioni di franchi (CHF -135,1 mio., ossia -0,9%). Al netto degli effetti speciali del commercio all’ingrosso (trasferimento di CHF 78,4 mio. dalla Cooperativa Migros Zurigo a migrolino), la contrazione del fatturato rispetto al precedente esercizio corrisponde in termini nominali al -0,4%. Considerato un rincaro negativo medio del -1,4%, dovuto a riduzioni di prezzo concesse su oltre 2000 articoli per un valore complessivo di 204 milioni di franchi, ne risulta tuttavia una crescita del fatturato in termini reali pari al +1.0%. Le riduzioni di prezzo più importanti sono state concesse nei mercati specializzati Melectronics (-6,4%) e Micasa (-4,9%). Il rincaro annuo in Svizzera si attesta al
-0,7%.

Nel 2012 il fatturato medio per scontrino di cassa nei supermercati-ipermercati è aumentato dello 0,4% attestandosi a circa 33 franchi. Nei mercati specializzati questo valore si attesta attorno ai 55 franchi
(-0,3%).

Sostenibilità
Crescita del fatturato dei prodotti certificati: +14,3%
Nel 2012 la Migros ha ulteriormente ampliato il già considerevole assortimento di prodotti certificati con particolare valore aggiunto ecologico o sociale. Il fatturato totale realizzato con prodotti certificati è aumentato di 326 milioni di franchi, ossia del 14,3%, rispetto al 2011, attestandosi a 2614 milioni (esercizio precedente: CHF 2288 mio.).

Particolarmente rallegrante la crescita che si registra sul fronte dei prodotti del marcio Bio, che registrano un aumento del fatturato pari a 474 milioni di franchi (+9,0%). Cresce il fatturato anche per i label TerraSuisse (+CHF 659 mio., ossia +2,2%), FSC (+CHF 200 mio., ossia +18,9%), Max Havelaar (+CHF 84 mio., ossia +4,4%), MSC/ASC (+CHF 65 mio., ossia +12,9%), Bio Cotton (+CHF 33 mio., ossia (+8,5%), Bio Garden (+CHF 2 mio., ossia +80,3%) e Topten (+CHF 67 mio., ossia +35,8%).
I prodotti certificati UTZ (soprattutto caffè e cioccolato) hanno toccato i 202 milioni di franchi di fatturato. Il marchio “Dalla regione. Per la regione” ha generato un fatturato di 791 milioni di franchi (+1,2%). Si registra un calo del fatturato, pari al -5,5% (fatturato: CHF 36 mio.), soltanto per i prodotti ecocompatibili certificati dal label Climatop.

Risparmio energetico e protezione del clima
Nel 2012 la Migros ha ridotto dello 0,6% il proprio consumo energetico globale. La riduzione delle emissioni di gas a effetto serra corrisponde, rispetto al precedente esercizio, a -3000 tonnellate di CO2-equivalenti. Tra il 2000 e il 2012 la Migros è riuscita a ridurre del 29,5% le proprie emissioni di CO2 nel settore dei combustibili e dei carburanti.
Nel 2012 sono state attivati sui tetti della Migros quattro nuovi impianti fotovoltaici, tra cui il più grande impianto fotovoltaico del Canton Ticino. Con i nuovi impianti inaugurati nel 2012, sui tetti degli edifici della Migros sono ora in funzione in totale 24 impianti fotovoltaici, i quali producono annualmente circa . 4‘400 megawattore di energia elettrica, ossia il corrispondente del consumo energetico di circa 1050 case unifamiliari.

Rete dei supermercati/ipermercati Migros
Nel 2012 il numero di negozi Migros in Svizzera è salito a 631 unità (esercizio precedente: 623).
La superficie di vendita di supermercati/ipermercati, mercati specializzati e gastronomia è aumentata complessivamente di +12 341 m2 passando a 1'344’738 m2 (+0,9%).
Lo sviluppo della rete di filiali nel settore dei supermercati/ipermercati si è concentrato sul miglioramento del servizio di prossimità offerto dalla Migros. Nel quartiere di Zurigo-Höngg è inoltre sorto il primo supermercato «solo bio» Alnatura. Per quanto riguarda i mercati specializzati, i centri di Nyon e Martigny sono stati completamente rinnovati. Al centro Glatt di Wallisellen (Canton Zurigo) è stata inaugurata la prima filiale di Melectronics realizzata secondo il nuovo concetto di negozio.

Gastronomia Migros
Nel settore della gastronomia, alcune ristrutturazioni e la chiusura temporanea di un certo numero di ristoranti hanno impedito di eguagliare il fatturato del precedente esercizio. L’evoluzione del fatturato è stata molto soddisfacente nel ramo take away e in quello dei ristoranti esterni del personale e delle mense per studenti. Nel 2012 il numero di sedi è aumentato da 189 a 191.

Commercio

Crescita del 6,0%
In un contesto commerciale impegnativo, caratterizzato da una generale diminuzione dei prezzi e da una costrittiva competitività internazionale, nel 2012 il Dipartimento Commercio è riuscito a realizzare, con i suoi 13 483 collaboratori, un fatturato di 6769,2 milioni di franchi, registrando una crescita del 6,0% (esercizio precedente: +5,8%).

Denner: il primo discounter svizzero è riuscito per la terza volta consecutiva a registrare un brillante andamento del fatturato. Rispetto al precedente esercizio, il fatturato 2012 è aumentato dell’1,7% attestandosi a 2832,8 milioni di franchi. Al netto di un rincaro dell’1,5%, la crescita corrisponde in termini reali al 3,3%. La rete di filiali si è arricchita di 24 nuovi negozi, passando a 788 unità.
(Per informazioni dettagliate sui risultati del gruppo Denner nel 2012 si rimanda al comunicato stampa del 15 gennaio 2013).

Globus: la catena leader nel settore premium in Svizzera si è riconfermata nella sua posizione di forza. Nel 2012 la Grandi Magazzini Globus SA (Globus e Globus Uomo) ha realizzato un fatturato netto di 778,9 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 788,1 mio.).
(Per informazioni dettagliate sui risultati del gruppo Globus nel 2012 si rimanda al comunicato stampa del 16 gennaio 2013).

Interio: il fatturato di Interio, pari a 196,1 milioni di franchi, registra un calo di -46,6 milioni di franchi
(-19,2%) dovuto in particolare al trasferimento delle case d’arredamento e boutique Depot a Depot Svizzera SA.

Depot: la catena di negozi Depot (Gries Deco Company) si attesta anche nel 2012 tra i concetti di maggior crescita nel settore Non Food dell’area europea e sviluppa ulteriormente la propria leadership sul mercato degli articoli d’arredamento. Il fatturato complessivo realizzato in Germania, Svizzera e Austria ammonta, al netto dei cambi valutari, a 332,7 milioni di franchi (+25,4%). In totale sono stati inaugurati 90 nuovi negozi e un online shop. A Niederberg (Germania) è stato costruito anche un grande centro logistico con una superficie di 150 000 m2, che entrerà in funzione nei prossimi mesi.

LeShop: nonostante le difficoltà registrate nel primo semestre, nel 2012 LeShop 2012 è comunque riuscito a realizzare un fatturato di 149,5 milioni di franchi, mantenendosi ai livelli del precedente esercizio. L’esercizio è stato costellato da numerose innovazioni, tra cui i punti di ritiro LeShop.ch DRIVE di Studen (BE) e RAIL nelle stazioni centrali di Zurigo e Losanna. Grazie alla nuova applicazione iPad, LeShop ha aumentato del 23% la quota di fatturato realizzata con cellulari e dispositivi portatili. Il numero di nuovi clienti è aumentato del 15% (+4200) rispetto all’esercizio precedente.
(Per informazioni dettagliate sui risultati di LeShop nel 2012 si rimanda al comunicato stampa del 4 gennaio 2013).

Migrol: il fatturato nel settore dei combustibili e carburanti ha seguito un andamento conforme alle previsioni. L’andamento dei prezzi sui mercati delle materie prime ha comportato un ulteriore incremento del fatturato, il quale si attesta a 1881,6 milioni di franchi (+6,5%, ossia CHF +114,9 mio.).

migrolino: nel 2012 migrolino ha realizzato un fatturato di 224,3 milioni di franchi (di cui CHF 78,4 mio. riconducibili a un trasferimento dalla Cooperativa Migros Zurigo). Il numero di shop migrolino è aumentato di 20 unità, passando a 194 negozi. Grazie alla collaborazione con l’azera Socar, nel 2012 l’impresa ha trovato un ulteriore alleato per il master franchising. Entro fine 2013 conterà dunque circa 55 shop in più.

Ex Libris, il maggior operatore di tutta la Svizzera nel settore dei media, ha ulteriormente sviluppato la propria posizione in un mercato globalmente afflitto da una forte recessione. Le attività online hanno registrato un rallegrante sviluppo con una crescita del 5,2%, mentre le attività stazionarie hanno dato del filo da torcere. Il risultato delle filiali ha pesato anche nel 2012 sul fatturato globale, il quale si attesta a 153,8 milioni di franchi (-8,8%). Al netto delle superfici venute a mancare con la chiusura di sei filiali, le cifre rispecchiano un calo della crescita pari al -6,7%.
(Per informazioni dettagliate sui risultati di Ex Libris nel 2012 si rimanda al comunicato stampa del 7 febbraio 2013).

m-way: m-way, centro di competenza per l’elettromobilità creato nel 2011, è un’impresa autonoma della Federazione delle cooperative Migros. Nel 2012 la rete di filiali è cresciuta a sette sedi.

OWiba: OWiba (Office World e iba) ha realizzato un fatturato globale di 160,2 milioni di franchi (+2,6%) trasformandosi con successo in un fornitore di servizi online integrati. Sulla scia di questo riorientamento verso il multi channel si inserisce anche l’acquisizione della Tramondi Büro SA quale complemento della iba nel settore dei managed print services.

Commercio online

Commercio online del Gruppo Migros: crescita del 6,0%
Globalmente, la Migros ha di nuovo ulteriormente sviluppato la propria incontestata leadership nel settore del commercio via Internet realizzando un fatturato di 704,5 milioni di franchi (+6,0%). Questo settore comprende anche LeShop.ch, le attività online del gruppo Hotelplan e di Ex Libris, Office World, Migrol, Probikeshop, Micasa, SportXX e Melectronics. Nel mese di agosto 2012 la Migros ha acquisito una partecipazione minoritaria del 30% nella Galaxus SA, proprietaria degli online shop digitec.ch e galaxus.ch


Industria Migros
Nonostante il contesto difficile, anche l’Industria Migros ha saputo sviluppare ulteriormente la propria posizione sul mercato, tanto in Svizzera quanto all’estero, realizzando nel 2012 una crescita del 3,4% in termini reali. Malgrado un rincaro negativo del -1,8%, il fatturato registra una crescita dell’1,6% e sale a 5419,8 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 5333,2 mio.). Il principale motore della crescita è rappresentato dall’acquisizione della maggioranza nella Cash + Carry Angehrn. Grazie all’acquisizione di questa società e al conseguente aumento della quota di mercato, il fatturato nel settore del commercio all’ingrosso registra un netto balzo in avanti e si attesta a 776,5 milioni di franchi (esercizio precedente: 626,6 mio.). A fine 2012 l’Industria Migros dava lavoro a oltre 11 000 collaboratori (+400 rispetto al precedente esercizio).

Le attività del settore con il Gruppo Migros sono state caratterizzate da consistenti riduzioni di prezzo e chiudono con uno 0,5% in meno rispetto all’esercizio precedente. Il fatturato realizzato con Denner, LeShop e migrolino registrano invece una chiara crescita, addirittura superiore al 15%.

Le attività internazionali sono segnate da rettifiche di portafoglio e aumenti di prezzo attuati in un contesto di mercato oltremodo difficile. Ciò nonostante, il fatturato si è praticamente mantenuto ai livelli dell’esercizio precedente, attestandosi a 478,0 milioni di franchi.
(Per informazioni dettagliate sui risultati dell’Industria Migros nel 2012 si rimanda al comunicato stampa del 19 febbraio 2013.)
(Per informazioni dettagliate sui risultati dell’Industria Migros nel 2012 si rimanda al comunicato stampa del 19 febbraio 2013).

Viaggi

Il Gruppo Hotelplan ha totalizzato nell’insieme un fatturato di 1517,7 milioni di franchi, ossia il 9,7% in meno rispetto al 2011. Il risultato negativo si spiega principalmente con il netto calo del fatturato sul mercato italiano e con i conseguenti incisivi adeguamenti strutturali operati in Italia che non hanno trovato compensazione nelle attività delle altre unità operative. Hotelplan Svizzera fa invece registrare, nonostante un fatturato in contrazione e il fallimento della Hello Airlines, un elevato risultato operativo, pari a 17,3 milioni di franchi. Il calo del fatturato corrisponde al -5,9%, ossia a 53,4 milioni di franchi, e si attesta a 844.6 milioni.
(Per informazioni dettagliate sui risultati del gruppo Hotelplan nel 2012 si rimanda al comunicato stampa del 1° marzo 2013).


Banca Migros
Nel 2012 Banca Migros è riuscita, nonostante l’impegnativo contesto che ha caratterizzato l’esercizio, ad aumentare dello 0,4% i propri ricavi operativi, che si quantificano in 593 milioni di franchi. Si tratta della cifra più elevata sinora registrata negli annali dell’impresa. Nel trascorso esercizio, Banca Migros ha registrato un consistente afflusso di depositi di risparmio. Il portafoglio complessivo degli averi dei clienti è aumentato di 2,0 miliardi di franchi, vale a dire del 7,4%, attestandosi a 29,4 miliardi. Si tratta della seconda più consistente crescita mai registrata nella storia della banca. Dallo scoppio della crisi finanziaria, a Banca Migros sono affluiti nuovi averi di clienti per un ammontare di 7,6 miliardi di franchi. Nel 2012 ha registrato un aumento anche il volume delle ipoteche, il quale è cresciuto dell’8,3% attestandosi a 29,9 miliardi di franchi. Banca Migros si mantiene dunque su una rotta di crescita.
(Per informazioni dettagliate sui risultati di Banca Migros nel 2012 si rimanda al comunicato stampa del 17 gennaio 2013).

Contatti con i clienti

La M-Infoline si conferma un canale ormai ben collaudato e nel trascorso esercizio ha registrato circa 167 000 contatti con i clienti, mentre Migipedia si dimostra un servizio web estremamente apprezzato: la piattaforma per i clienti conta ormai circa 30 000 membri, i quali hanno postato commenti e suggerimenti su oltre 13 000 prodotti.
Sulla piattaforma web di Generazione M, campagna a favore della sostenibilità lanciata nel 2012, il pubblico ha la possibilità di partecipare attivamente al programma rilasciando promesse personali. Nel 2012 hanno partecipato a questo dialogo oltre 50 000 persone.

Cifra d’affari al dettaglio 2012

Settore 2012
in mio. CHF
2011
in mio. CHF

Varia- zione

in mio. CHF

Varia- zione

in %

 

Vendita al dettaglio affidata alle cooperative

 

       

Cooperative Svizzera ed estero

14‘524,0 14‘661,9 -137,9 -0,9%
         
Commercio        
Denner 2‘832,8 2‘784,2 48,6 1,7%
Ex Libris 153,8 168,7 -14,9 -8,8%

Grandi Magazzini Globus

778,9 788,1 -9,2 -1,2%

Office

World-Gruppe

(OWiba)

160,2 156,1 4,1 2,6%
Interio 196,1 242,7 -46,6 -19,2%

Depot (Gries

Deco

Company)

332,7 265,3 67,4 25,4%
LeShop 149,5 149,5 0,0 0,0%
Migrol 1‘881,6 1‘766,7 114,9 6,5%

Migrolino

224,3 24,6 199,7 811,8%

Altre aziende

59,3 39,3 20,0 50,9%
Cifra d’affari al dettaglio Commercio 6‘769,2
6‘385,2
384,0
6,0%
Impatto del consolidamento 40,7
11,5        n.r.
       n.r.
Cifra d’affari al dettaglio Gruppo Migros Commercio
21‘333,9
21‘058,6
275,3
1,3%