Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Migros 2013: crescita dinamica, aumento delle quote di mercato - 02.04.2014 Migros 2013: crescita dinamica, aumento delle quote di mercato

Zurigo - Nonostante le difficili condizioni di mercato, nel 2013 il Gruppo Migros è comunque riuscito a distinguersi e a conquistare nuove quote di mercato. I ricavi sono aumentati del 7% attestandosi a 26,7 miliardi di franchi. La cifra d’affari del commercio al dettaglio ha registrato in termini nominali un aumento del 7,2% (senza Gruppo Tegut: +1,6%) fissandosi a 22,9 miliardi di franchi.

M13 Logo

M13 Logo

L’EBIT del Gruppo Migros ha segnato un aumento di 58,3 milioni di franchi raggiungendo quota 1‘043,9 milioni (+5,9%). Di nuovo in crescita anche l’utile consolidato, che con un aumento di 46,7 milioni di franchi (+6,4 %) si fissa a 770,9 milioni. Anche gli investimenti si attestano ancora una volta a livelli molto elevati, con un volume complessivo di CHF 1‘324,2 milioni (+8,1%). A fine esercizio la Migros occupava in totale un organico di 94‘276 persone (+7,8%), tra cui 3‘495 apprendisti (+5%). Generazione M, il programma della Migros a favore della società, dell’ecologia e della cultura, è stato premiato da una giuria internazionale come migliore iniziativa al mondo nel campo della sostenibilità.

Herbert Bolliger, presidente della Direzione generale della Federazione delle cooperative Migros (FCM), commenta in questi termini il brillante esercizio 2013: «Siamo di nuovo riusciti ad aggiungere un’altra pagina alla straordinaria storia di successi della Migros. Possiamo essere estremamente soddisfatti sia dei risultati commerciali, sia del successo delle nostre attività in ambito sociale. La nostra strategia orientata al cross channel ci ha consentito di rafforzare ulteriormente il nostro ruolo di leader nel settore del commercio online, mentre con Generazione M abbiamo dato un risalto ancora maggiore alla nostra posizione di campione della sostenibilità. Grazie al dialogo instaurato sui social media e in particolare su Migipedia o Facebook, i clienti e l’Industria Migros hanno di nuovo sviluppato insieme parecchi prodotti ben posizionati sul mercato. La Migros rimane dunque un’impresa in perfetta salute, innovativa e redditizia, che gode della massima fiducia presso la popolazione svizzera.»


Punti salienti del 2013
Nel 2013 cadeva il 125° anniversario della nascita di Gottlieb Duttweiler. Al Giardino arancione di Rüschlikon, la Migros ha aperto al pubblico per la prima volta parte dei voluminosi archivi del suo fondatore. L’opera del fondatore della Migros è stata celebrata anche dalla Posta con un francobollo commemorativo. L’affiliata Globus ha rilevato la casa di moda Schild e grazie a quest’alleanza è ormai la numero uno nella fascia medio-alta del mercato dell’abbigliamento. A Neuendorf la Migros ha attivato l’impianto fotovoltaico più potente della Svizzera. Con la Minimania ha di nuovo scatenato la febbre da raccolta in tutta la Svizzera: i prodotti in miniatura delle sue popolari marche proprie sono sinora l’oggetto più ambito dai collezionisti. Nell’ambito della campagna Generazione M, lanciata nel 2012, la Migros ha formulato nel 2013 11 nuove promesse vincolanti, tra cui la promessa di applicare entro il 2020 gli elevati standard svizzeri relativi al benessere degli animali anche ai prodotti importati dall’estero. Nell’esercizio in rassegna la Migros ha di nuovo ricevuto rinomati riconoscimenti. In un esteso sondaggio condotto da Brand Asset Valuator è risultata il marchio più forte di tutta la Svizzera. Al World Retail Congress di Parigi ha visto premiata la propria campagna «Generazione M» come migliore iniziativa a favore della sostenibilità. Nell’ambito di un sondaggio rappresentativo, è stata nominata «Retailer of the Year 2013» nella categoria «Alimentari».


Gruppo Migros
Andamento dei ricavi e dell’utile
Nel 2013 i ricavi (fatturato di gruppo) hanno registrato un aumento di 1‘738,2 milioni di franchi attestandosi a 26‘737 milioni (+7,0%). Il risultato ante oneri finanziari (EBIT) ammonta a 1‘043,9 milioni di franchi* (+5,9%), con nuovo balzo in avanti del 3,9% del tasso di rendimento (esercizio precedente: +3,9%). Il miglioramento registrato è ascrivibile sia all’incremento del fatturato e alla stabilità del margine lordo nel commercio al dettaglio affidato alle cooperative, sia ai settori operativi Commercio e Viaggi. L’utile di gruppo è aumentato di 46,7 milioni di franchi (+6,4%) fissandosi a 770,9 milioni* (esercizio precedente: CHF 724,2 mio.). Il capitale proprio ha registrato un incremento di 721,1 milioni di franchi passando a 15‘969,1 milioni (+4,7%). La quota di capitale proprio ammonta, Banca Migros compresa, al 27,2%, senza Banca Migros al 65,1%.

* ante oneri previdenziali

Investimenti
Gli investimenti si sono mantenuti a livelli elevatissimi anche nel 2013 (+8,1%) e ammontano complessivamente a 1‘324,2 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 1‘224,8 mio.). Importanti investimenti sono stati effettuati nel settore della vendita al dettaglio affidata alle cooperative e in quello dell’industria e del commercio all’ingrosso, che attestandosi rispettivamente a 941,8 e 163,5 milioni si collocano nettamente al di sopra delle cifre del precedente esercizio.

Collaboratori
Nel 2013 l’organico del personale delle imprese Migros consolidate è cresciuto del 7,8%, ossia di 6‘815 persone, passando a 94‘276 collaboratori (esercizio precedente: 87‘461 collaboratori). L’aumento si spiega principalmente con il consolidamento del Gruppo Tegut e con il potenziamento operato in alcune imprese del Gruppo Migros. In Svizzera la Migros impiegava complessivamente 81‘456 persone. Il numero di apprendisti registra anch’esso un netto aumento, con 137 giovani in più rispetto al 2012 e un totale di 3‘495 apprendisti. Il 63,7% degli apprendisti ha trovato un impiego in seno al Gruppo Migros al termine della formazione.

Cifra d’affari al dettaglio
Nel 2012 la cifra d’affari al dettaglio (estero incluso) è aumentata di 1‘533,2 milioni di franchi (+7,2% in termini nominali) attestandosi a 22‘867,1 milioni (esercizio precedente: CHF 21‘333,9 mio.). Per la prima volta viene considerato anche il fatturato del Gruppo Tegut, che appartiene al Gruppo Migros dal 1° gennaio 2013. L’aumento senza Tegut corrisponde all’1,6%. Gli effetti del rincaro negativo sulla cifra d’affari al dettaglio corrisponde all’incirca a -50 milioni di franchi. Al netto del rincaro la crescita è pari al 7,4% (invece che al +7,2%). La cifra d’affari al dettaglio comprende il fatturato realizzato in Svizzera e all’estero dalle dieci cooperative regionali, da Denner, Globus, Interio, Depot, dal Gruppo Office World (OWiba), da Ex Libris, LeShop, Migrolino e Migrol nonché da altre imprese. Nel 2013 l’aumento del fatturato è stato determinato soprattutto da Denner (+1,4%), Grandi Magazzini Globus (+2,4%), LeShop (+5,8%), Depot (Gruppo Gries Deco compresa Depot Svizzera, cifre consolidate; +26,9%), dal Gruppo Office World (+9,7%) e da Migrolino (+34,5%).

La cifra d’affari al dettaglio realizzata in Svizzera ammonta a 21‘031,6 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 20‘765,2 mio.) e registra dunque un aumento dell’1,3%. La cifra d’affari al dettaglio realizzata all’estero, generata da Migros Deutschland, Migros France, dal Gruppo Gries Deco e da Probikeshop, alle quali si è ora aggiunto anche il Gruppo Tegut, è aumentata di 1‘266,8 milioni di franchi, ossia del +222,8%, attestandosi a 1‘835,5 milioni (esercizio precedente: CHF 568,7 mio.). Senza Tegut la crescita all’estero corrisponde all’11,6%.

Secondo un’analisi della società BAK di Basilea, nel 2013 il Gruppo Migros ha aumentato dello 0,2% la propria quota di mercato*, portandola al 20%.

* In base ai fatturati nominali del commercio al dettaglio, carburanti esclusi


Vendita al dettaglio affidata alle cooperative
Crescita del fatturato in Svizzera e all’estero

Nella vendita al dettaglio affidata alle cooperative, principale ramo d’attività della Migros, le cifre d’affari hanno registrato nel 2013 un aumento del 9,1% in termini nominali, passando a una somma complessiva di 15‘844,3 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 14‘524,0 mio.). Senza il fatturato del Gruppo Tegut, i cui risultati sono stati consolidati per la prima volta nell’esercizio in rassegna, nel 2013 il fatturato delle dieci cooperative Migros ha segnato un aumento dello 0,8% nonostante la difficile situazione del mercato. All’estero le cooperative hanno realizzato un fatturato complessivo di 1‘381,6 milioni di franchi (Migros Deutschland: CHF 39,6 mio., Migros France: CHF 140,9 mio., Gruppo Tegut: CHF 1‘201,1 mio.). Nella vendita al dettaglio affidata alle cooperative, la quota di mercato ammonta per il 2013 al 15,0% (esercizio precedente: 14,9%).

In Svizzera il fatturato realizzato dalle cooperative ammonta a 14,463 miliardi di franchi (esercizio precedente: CHF 14,323 mia.), registrando dunque una crescita dell’1%. Considerando un rincaro negativo attestatosi allo 0,1% e le riduzioni di prezzo concesse per un totale di 14 milioni di franchi, la crescita in termini reali corrisponde, in Svizzera, all’1,1%. Nel 2013 le maggiori riduzioni di prezzo sono state concesse da Micasa (-5,4%), Melectronics (-3,8%) e nel ramo cosmetici (-2,7%).

Il fatturato generato in Svizzera dai supermercati/ipermercati si attesta a 11‘524 milioni di franchi. Questo dato corrisponde a un incremento dell’1,3% rispetto al precedente esercizio. Al netto di un rincaro negativo dello 0,1%, la crescita in termini reali corrisponde all’1,4%.
Nei cinque mercati specializzati (Micasa, Melectronics, SportXX, Do it + Garden e Obi) le cooperative hanno realizzato un fatturato complessivo di 1‘344 milioni di franchi (-2,0%). Al netto di un rincaro negativo del 3,6%, i mercati specializzati della Migros registrano una crescita in termini reali pari all’1,6% rispetto al 2012.

Incremento del fatturato generato dai prodotti certificati
Nel 2013 l’incremento del fatturato generato dai prodotti certificati con specifico valore aggiunto ecologico o sociale ha superato per la prima volta la soglia dei 2 miliardi di franchi (passando a CHF 2,01 mia.). La crescita rispetto all’esercizio precedente è dell’8% e corrisponde al 19% del fatturato globale della vendita al dettaglio affidata alle cooperative. Il principale motore di crescita è rappresentato da caffè, cacao e tè da coltivazioni socialmente responsabili ed ecologicamente sostenibili del marchio UTZ, che hanno generato 322 milioni di franchi di fatturato (+59,3%), dai prodotti del commercio equo del marchio Max Havelaar, che registrano un fatturato di 99 milioni di franchi (+17,1%), dai prodotti ittici certificati MSC e ASC provenienti da allevamenti e attività di pesca sostenibili, che hanno generato un fatturato di 77 milioni di franchi (+16,9%), e dall’assortimento Migros Bio, il cui fatturato ammonta a 517 milioni di franchi (+9,1%).

I prodotti di provenienza regionale del marchio «Dalla regione. Per la regione» («I nostrani del Ticino») hanno riscosso notevole successo anche nel 2013, con un fatturato che si attesta a 827 milioni di franchi (+4,6%). Registrano una crescita straordinaria anche i prodotti del marchio aha! (+28,3%), destinati a chi soffre di allergie o intolleranze.

Rete dei supermercati/ipermercati Migros
A fine 2013, i negozi Migros in Svizzera erano 639 (esercizio precedente: 631). Nell’esercizio 2013 la superficie di vendita di supermercati e ipermercati, mercati specializzati e gastronomia è aumentata complessivamente di 3‘926 m2, passando a 1‘348‘664 m2 (+0,3%).

Nell’esercizio in rassegna la Migros ha inaugurato 17 nuovi negozi e realizzato 9 progetti di riedificazione e 4 ristrutturazioni e ampliamenti. Nelle proprie attività di espansione, l’azienda persegue sempre un obiettivo di prossimità e allarga la propria rete di filiali a numerosi nuovi Comuni e quartieri, impiantandovi supermercati M con prodotti di uso corrente. Parallelamente, nell’intento di ottimizzare la rete di filiali, sono state chiuse alcune sedi (8) insufficientemente redditizie, con conseguente impatto sull’espansione netta. Nel 2013 la Migros ha inaugurato due ulteriori supermercati bio Alnatura, a Regensdorf e Zugo.

Gastronomia Migros
Nel 2013 la gastronomia Migros ha realizzato un fatturato di 657 milioni di franchi (-0,2%). Al lieve incremento del fatturato dei ristoranti si contrappone un lieve calo di quello dei take away. Le attività di catering e la ristorazione collettiva registrano un rallegrante sviluppo. I ristoranti Migros sono ora 192 (esercizio precedente: 191).


Ambiente: traguardi raggiunti nel 2013

Riduzione del consumo di energia elettrica: rispetto al 2010, il consumo di corrente nel settore della vendita al dettaglio affidata alle cooperative è calato dell’1,7%. Grazie alle misure adottate, tra cui l’impiego di efficienti impianti di refrigerazione a CO2 e la posa di coperture in vetro sui mobili refrigerati o di lampade LED, il consumo nelle filiali è diminuito addirittura del 3,1% rispetto al 2012.

Energie rinnovabili: nel 2013 è stato inaugurato sui tetti del centro di distribuzione Migros di Neuendorf il più grande impianto fotovoltaico di tutta la Svizzera. Con i quattro nuovi impianti realizzati nel 2013, il numero complessivo di impianti a energia solare sui tetti della Migros sale a 30 unità, con una potenza nominale complessiva di 12'193 Kilowatt picco, ossia l’equivalente del fabbisogno annuo di elettricità di circa 2500 case unifamiliari.

Riduzione delle emissioni di gas a effetto serra: tra il 2010 e il 2013 le emissioni di gas serra nel settore della vendita al dettaglio affidata alle cooperative è calato globalmente dell’8%. La Migros è dunque ben incamminata verso l’auspicata riduzione del 20% entro il 2020.

Trasporti: nel 2013 la Migros ha puntato maggiormente sul trasporto combinato per trasferire un volume di traffico ancor maggiore dalla strada alla rotaia. I vagoni merci di FFS Cargo hanno percorso per la Migros circa 11 milioni di chilometri, l’8% in più rispetto a un anno prima.

Recycling: da fine 2013 la Migros è il primo dettagliante di tutta la Svizzera a ritirare anche tutte le bottiglie di plastica del reparto casalinghi e a provvedere al corretto riciclaggio delle bottiglie ritirate.

Commercio
Nonostante le difficili condizioni di mercato, nel 2013 il Dipartimento Commercio ha generato, con i suoi 14‘165 collaboratori, un fatturato di 6‘982 milioni di franchi, realizzando una crescita del +3,1%.

Denner
Nel 2013 il primo discounter svizzero ha difeso con successo la propria posizione sul mercato, realizzando un fatturato di 2‘873 milioni di franchi, vale a dire una crescita dell’1,4%, grazie a un aggiustamento del portafoglio di filiali, a un’espansione delle superfici e a un riassetto della strategia di assortimento. Alla fine dell’esercizio in rassegna Denner contava 791 sedi (esercizio precedente: 788).

Globus
Grazie all’acquisizione della casa di moda Schild, la catena leader del settore premium in Svizzera si è dotata degli strumenti che le consentono di affermarsi come numero uno nella fascia medio-alta del mercato svizzero della moda. Nel 2013 Grandi Magazzini Globus SA ha realizzato un fatturato netto di 797,5 milioni di franchi (+2,4%). Il fatturato dei negozi Globus ammonta a 723,5 milioni di franchi (+2,7%), quello di Globus Uomo a 74,0 milioni (-0,4%).

Interio
Interio ha vissuto nuovamente un anno contrassegnato da una totale reimpostazione. Nel 2013 il fatturato è diminuito di 25,7 milioni di franchi attestandosi a 170,4 milioni (-13,1%). Sempre nel 2013 la catena ha inaugurato la sua undicesima filiale. Al netto degli effetti legati alla scissione da Depot, la flessione corrisponde al 4,5%.

Depot
Nel 2013 la catena di negozi Depot (Gruppo Gries Deco) ha continuato il suo brillante percorso rafforzando ulteriormente la propria leadership sul mercato degli articoli d’arredamento. Al netto degli effetti valutari, il fatturato complessivo realizzato in Germania, Svizzera e Austria è pari a 422,1 milioni di franchi (+26,9%). In totale la catena ha aperto 35 nuovi negozi in Germania e Austria (totale: 391 negozi). In Svizzera ha aggiunto alla propria rete quattro nuove filiali e ora ne conta 29 in totale.

LeShop
Nel suo 15 anno di attività LeShop.ch, principale supermercato online in Svizzera, ha realizzato un fatturato di 158,1 milioni di franchi, realizzando un incremento pari a 8,6 milioni di franchi (+5,8%). Il 32% del fatturato, ossia all’incirca un terzo delle ordinazioni, è stato generato con richieste provenienti da terminali mobili.

Migrol
Nonostante il mercato in contrazione nel settore dei combustibili e carburanti, nel suo ramo principale di attività Migrol ha saputo difendere la propria posizione sul mercato incrementando le vendite dirette di olio da riscaldamento e stringendo un accordo di collaborazione con Amag (conversione di 34 stazioni di servizio Amag in stazioni Migrol). Nel 2013 il fatturato è diminuito di 18,2 milioni di franchi attestandosi a 1‘863,4 milioni (-1,0%). A fine 2013 Migrol possedeva 308 stazioni di servizio.

Migrolino
A fine 2013 un insieme di 55 ex negozi Esso è stato convertito in negozi Migrolino grazie a un accordo di collaborazione con la Socar basato su un contratto di Master Franchising. Il numero di negozi è dunque salito complessivamente a 243. Nel 2013 Migrolino ha realizzato un fatturato di 301,6 milioni di franchi (+34,5%).

Ex Libris
Nel 2013 Ex Libris, il maggiore operatore in Svizzera nel settore dei media, ha registrato un rallegrante incremento del 7,3% sul fronte delle vendite online. Il potenziamento delle attività online non è però bastato a compensare il calo del risultato complessivo. Ragioni strutturali hanno infatti indotto nell’esercizio in rassegna un’ulteriore flessione del fatturato globale, sceso a 141,9 milioni di franchi
(-7,7%). Considerata la chiusura di 19 filiali, tuttavia, in proporzione alle superfici la flessione corrisponde soltanto al -1,5%.

M-way
M-way, centro di competenza per l’elettromobilità creato nel 2011, è un’impresa autonoma della Federazione delle cooperative Migros. A fine 2013 M-way contava 10 filiali.

OWiba
OWiba (Office World e Iba) ha realizzato nel 2013 un fatturato globale pari a 175,8 milioni di franchi (+9,7%), riuscendo la propria trasformazione in fornitore di servizi online integrati. Office World possiede in Svizzera una rete di 24 filiali.


Commercio online
Nel complesso, la Migros ha di nuovo sviluppato ulteriormente il proprio incontrastato dominio in questo settore del mercato. Il fatturato globale realizzato nel 2013 nel commercio online ammonta a 931,5 milioni di franchi. Le attività online convenzionali, tra cui quelle di LeShop, Migrol, ExLibris, Office World, Probikeshop, Migros.de, Melectronics, Micasa, SportXX, Do it + Garden, M-Service Online, Denner, Frey & Delica, Interio, Grandi Magazzini Globus, Gruppo Gries Deco, Depot e tutte le attività online del Gruppo Hotelplan, totalizzano un fatturato di 740,2 milioni di franchi (+5,1%). Le ordinazioni online nel settore del commercio all’ingrosso hanno generato un fatturato di 191,3 milioni di franchi.

(I fatturati di Digitec/Galaxus non sono considerati in queste cifre.).


Industria Migros
L’Industria Migros fa segnare una crescita rallegrante sui propri mercati target in Svizzera e all’estero. Nel 2013 ha realizzato un fatturato di 5,763 miliardi di franchi (esercizio precedente: CHF 5,420 mia.), e quindi una crescita pari al 6,3%. Queste cifre includono per la prima volta l’intero fatturato della CCA Angehrn, rilevata a far conto dal 1° luglio 2012, e il fatturato della Bergsenn SA. La crescita organica, alla quale hanno contribuito tutte le categorie di clienti, raggiunge un soddisfacente 3,4%. Il fatturato realizzato con il Gruppo Migros è aumentato del 2,4%. Il fatturato del commercio all’ingrosso registra un aumento del 26,6% e si attesta a 983,0 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 776,5 mio.). Le attività internazionali espongono una crescita del 7,3% attestandosi a 513,0 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 478,0 mio.).

Nelle attività con il Gruppo Migros, l’Industria Migros ha fornito un decisivo contributo allo sviluppo della leadership sul fronte del rapporto qualità-prezzo. Il fatturato nel settore della vendita al dettaglio in Migros è aumentato dello 0,9%. Le attività condotte con Denner, Migrolino e Le Shop si sviluppano con successo, registrando una crescita nettamente superiore al 10%.

Le attività internazionali risultano in crescita e si attestano a 513 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 478 mio.). All’incremento globale, pari al 7,3%, hanno contribuito sia le esportazioni sia gli stabilimenti all’estero, benché la parte del leone vada alle esportazioni dalla Svizzera. Cosmetici, liscive e detersivi, cioccolata, caffè in capsule e formaggio sono stati i principali fattori di crescita. In Nord America le piattaforme di distribuzione hanno consentito di realizzare una crescita eccezionale, pari addirittura al 28%. Ha segnato uno sviluppo positivo, con un tasso di crescita a due cifre, anche il mercato tedesco, nostro principale mercato d’esportazione. (Cfr. anche comunicato stampa del 18 febbraio 2014)


Viaggi
Nell’esercizio 2013 il fatturato del Gruppo Hotelplan ha registrato un calo del 6,1% attestandosi a 1‘130 milioni di franchi (esercizio precedente: CHF 1‘203 mio.). Questa flessione è dovuta soprattutto al riassetto delle attività in Italia e Russia.
Molto soddisfacente è stato l’andamento delle settimane bianche con la clientela proveniente dall’Inghilterra. Interhome e Travelwindow hanno leggermente superato il fatturato dell’esercizio precedente. Hotelplan Svizzera ha subito una battuta di arresto, mentre il fatturato delle vacanze balneari è diminuito a causa del fallimento di Hello e della crisi in Egitto. (Per informazioni dettagliate sulle cifre 2012/13 del Gruppo Hotelplan si rimanda al comunicato stampa del 4 marzo 2014.)


Banca Migros
Nonostante il contesto difficile, nel 2013 la Banca Migros ha di nuovo messo a segno un netto incremento del proprio volume d’affari. Il portafoglio degli averi dei clienti è aumentato del 4,7%, il volume dei crediti ipotecari del 4,2%. I ricavi operativi hanno anch’essi segnato un nuovo record.

Banca Migros continua a registrare un forte afflusso di depositi a risparmio. Nel 2013 il volume totale degli averi dei clienti iscritti a bilancio è aumentato di 1,4 miliardi di franchi, ossia del 4,7%, fissandosi a 30,8 miliardi e superando così per la prima volta la soglia dei 30 miliardi. La crescita maggiore si registra sul fronte dei conti privati e premium (+12,0%), seguiti dai conti di previdenza nel secondo e terzo pilastro (+8,7%). Dallo scoppio della crisi finanziaria, Banca Migros ha acquisito nuovi averi di clienti per un totale di 9,0 miliardi di franchi. (Cfr. anche il comunicato stampa di Banca Migros del 17 gennaio 2014).

Cifra d’affari al dettaglio 2013
Settore
2013 in mio. CHF 2012 in mio. CHF Variazione in mio. CHF Variazione in %
Vendita al dettaglio affidata alle cooperative        
Cooperative Svizzera ed estero 15'844,3 14'524,0 1'320,3 9,1%
         
Commercio        
Denner 2'873,2 2'832,8 40,4 1,4%
Migrol 1'863,4 1'881,6 -18,2-19 -1,0%
Grandi Magazzini Globus 797,5 778,9 18,6 2,4%
Depot (Gruppo Gries Deco) 422,1 332,7 89,4 26,9%
Migrolino 301,6 224,3 77,3 34,5%
Gruppo Office World (OWiba) 175,8 160,2 15,6 9,7%
Interio 170,4 196,1 -25,7 -13,1%
LeShop 158,1 149,5 8,6 5,8%
Ex Libris 141,9 153,8 -11,9 -7,7%
Probikeshop 32,6 22,4 10,2 45,5
Altre imprese 45,0 36,9 8,1 22,0
Totale 6'981,6 6'769,2 212,4 3,1%
         
Effetti del consolidamento 41,2 40,7 n.a. n.a.
         
Cifra d'affari al dettaglio Svizzera ed estero 22'867,1 21'333,9 1'533,2 7,2%