Navigazione

Migros. M per il Meglio.

Gruppo Migros 2013: la cifra d’affari al dettaglio cresce del 7,2% - 15.01.2014 Gruppo Migros 2013: la cifra d’affari al dettaglio cresce del 7,2%

Zurigo - Migros prosegue inarrestabile la propria ascesa: nel 2013 il Gruppo ha messo a segno una crescita molto soddisfacente della cifra d’affari (6,9%), che ammonta a 26,7 miliardi di franchi. La cifra d’affari al dettaglio è aumentata del 7,2% in termini nominali, raggiungendo quota 22,9 miliardi di franchi. Il valore comprende per la prima volta la cifra d’affari del Gruppo Tegut, che fa parte di Migros dal 1° gennaio 2013. Anche senza Tegut, la crescita risulta comunque molto soddisfacente (1,6%). Nel settore online, il Gruppo Migros rimane leader di mercato con una cifra d’affari totale nell’ordine dei 932 milioni di franchi. Nella vendita al dettaglio, nel 2013 le dieci cooperative Migros hanno incrementato le proprie cifre d’affari del 9,1%, totalizzando 15,8 miliardi di franchi e per la prima volta con i prodotti sostenibili hanno realizzato una cifra d’affari pari a oltre 2 miliardi di franchi. „Questi numeri rispecchiano l’ottima prestazione globale. Nonostante la forte concorrenza e i prezzi più bassi, possiamo contare su una sana dinamica di crescita in quasi tutti i settori. Negli ultimi anni abbiamo fissato i giusti paletti strategici, portando avanti sia l’attività online che il commercio stazionario, accrescendo costantemente la sicurezza alimentare, curando la qualità con il nostro impegno sociale ed ecologico e riducendo sempre i prezzi laddove possibile“, dichiara soddisfatto il presidente della Direzione generale della Federazione delle cooperative Migros Herbert Bolliger.

Cifra d’affari del Gruppo

I ricavi totali del Gruppo Migros nel 2013 sono aumentati di 1,727 miliardi di franchi (+6,9%) e ammontano ora a 26,726 miliardi di franchi (anno precedente: 24,999 miliardi di franchi). Il valore comprende per la prima volta la cifra d’affari del Gruppo Tegut che fa parte del Gruppo Migros dal 1° gennaio 2013. Senza considerare l’acquisizione di Tegut e CC Angehrn, la crescita ammonta all’1,5%.

Cifra d’affari al dettaglio

La cifra d’affari al dettaglio complessiva (senza imposta sul valore aggiunto) si è attestata a 22,870 miliardi di franchi (anno precedente: 21,334 miliardi di franchi), segnando una crescita nominale del 7,2%. Anche senza Tegut, la crescita risulta 1,6%. Il rincaro negativo è stato pari al -0,2%.

La cifra d’affari al dettaglio è così composta: le dieci cooperative in Svizzera e all’estero 15,842 miliardi di franchi (+9,1%, inclusa la cifra d’affari di Tegut. Quest’ultima ha realizzato una cifra d’affari nell’ordine di 1,201 miliardi di franchi nelle 280 sedi in Germania), Denner 2’875 milioni di franchi (+1,5%), Migrol 1’863 milioni di franchi (-1%), Globus 797 milioni di franchi (+2,4%), Depot 424 milioni di franchi (+27,5%), Interio 170 milioni di franchi (-13,1%), Gruppo Office World (OWiba) 176 milioni di franchi (+9,7%), Ex Libris 142 milioni di franchi (-7,7%), LeShop.ch 158 milioni di franchi (+5,8%), Migrolino 302 milioni di franchi (+34,5%) e altre aziende (m-way SA, Probikeshop, Ryffel Running, Widmer SA) 79 milioni di franchi (+25,5%).

La cifra d’affari al dettaglio realizzata in Svizzera ammonta a 21,030 miliardi di franchi (anno precedente: 20,765 miliardi di franchi) e registra così un incremento nell’ordine dei 264 milioni di franchi (+1,3%). All’estero (Migros Germania e Francia, Gruppo Gries Deco, Probikeshop e Gruppo Tegut), la cifra d’affari al dettaglio nel 2013 è salita complessivamente a 1,841 miliardi di franchi (+223,7% o 1,272 miliardi di franchi). Senza il Gruppo Tegut, la crescita all’estero corrisponde al 12,5%.

Commercio al dettaglio delle dieci cooperative Migros

Nel core business del commercio al dettaglio, le dieci cooperative Migros nel 2013 hanno saputo incrementare le proprie cifre d’affari del 9,1%, raggiungendo quota 15,842 miliardi di franchi. Senza le cifre d’affari del Gruppo Tegut, il cui risultato quest’anno viene dichiarato per la prima volta su base consolidata, la cifra d’affari delle dieci cooperative Migros nel 2013 è aumentata dello 0,8% (in Svizzera e all’estero) a fronte di una situazione di mercato alquanto complessa.

Rafforzamento continuo della leadership qualità-prezzo
La cifra d’affari realizzata dai supermercati e ipermercati in Svizzera si è attestata a 11,523 miliardi di franchi, registrando un aumento del +1,3% rispetto all’esercizio precedente. A fronte di un rincaro negativo del -0,1% è risultata una crescita reale del +1,4%. Nei cinque mercati specializzati (Micasa, SportXX, Melectronics, Do it + Garden e Obi), nel 2013 le dieci cooperative Migros hanno realizzato una cifra d’affari pari a 1,344 miliardi di franchi (-2,0%). In termini reali, seppur in presenza di un rincaro negativo del -3,6%, i mercati specializzati Migros hanno saputo mettere a segno una crescita del +1,6% rispetto all’esercizio precedente. I maggiori ribassi sono stati praticati da Micasa (-5,4%), Melectronics (-3,8%) e nel settore della cosmetica (-2,7%). Nel 2013 hanno registrato un andamento positivo sia le private label caratteristiche di Migros (in particolare Sun Queen, Blévita, Optigal e Aproz) sia i prodotti „Dalla regione. Per la regione.”, “I Nostrani del Ticino” nella Svizzera italiana. Una crescita superiore alla media si segnala anche per l’assortimento contrassegnato dal marchio aha! (+28,3%) che propone prodotti destinati alle persone che soffrono di allergie o intolleranze.

Per la prima volta oltre i due miliardi di franchi la cifra d’affari con i marchi sostenibili
Nel 2013 Migros ha saputo incrementare ancora sensibilmente la cifra d’affari realizzata con gli assortimenti sostenibili. In totale ha venduto prodotti con un plusvalore sociale ed ecologico per 2,01 miliardi di franchi. A trainare la crescita sono stati soprattutto i prodotti a marchio UTZ provenienti da coltivazione eco- e socio-compatibile (+59,3%), la label Max Havelaar che identifica gli articoli del commercio equo (+17,1%), i prodotti di pesca e allevamento ittico sostenibili con i rispettivi marchi MSC e ASC (+16,9%), così come l’assortimento Migros Bio (+9,1%). Nel frattempo, l’assortimento di cioccolata della marca Frey e l’assortimento Migros Ice Tea sono stati interamente convertiti al marchio UTZ. Nel 2013 Migros è stata la prima dettagliante al mondo a introdurre il tonno rosa certificato MSC. Inoltre, ha convertito l’assortimento delle private label al metodo sostenibile della canna da pesca. Nell’ambito della strategia sulla sostenibilità, sono in fase di attuazione 59 programmi specifici sul tema „Consumo sostenibile“, con 21 promesse vincolanti di Generazione M.

Maggiore produttività delle superfici e cifra d’affari per singolo acquisto
La produttività delle superfici in Svizzera (cifra d’affari media ponderata per m2) è stata pari a 13‘550 franchi/m2 nei supermercati/ipermercati (+0,9% a fronte di un rincaro negativo del -0,1%) e a 4'010 franchi/m2 nei mercati specializzati (-1,1% a fronte di un rincaro negativo del -3,6%). Nel 2013, la cifra d’affari media per scontrino è aumentata del +2,3% nei supermercati/ipermercati, raggiungendo i 33,8 franchi. Nei mercati specializzati, il valore si è attestato a 55,5 franchi (+1,3%).

Espansione della rete e della superficie di vendita
A fine 2013, la rete dei punti vendita Migros contava in totale 639 sedi, 8 in più rispetto all’esercizio precedente. Sono stati aperti 17 nuovi punti vendita, realizzati 9 edifici nuovi in sostituzione di sedi esistenti ed effettuati 4 interventi di ampliamento e ristrutturazione di maggiore entità. La superficie di vendita dei supermercati/ipermercati, mercati specializzati e gastronomia è aumentata complessivamente di +3‘926 m2 (+0,3%).

Nel 2013 Migros ha aperto nuovi negozi in numerosi comuni e città, negozi che vendono prodotti d’uso corrente (p. es. Mellingen AG, Sempach LU, Ecublens VD, Taverne TI). A Regensdorf e Zugo hanno aperto i battenti altri due supermercati Bio Alnatura con cui Migros ha ampliato ulteriormente la propria competenza nel settore Bio. Alle 16 esistenti si sono aggiunte anche cinque nuove piccole filiali che vengono gestite con il nome Voi.

Gastronomia quasi in linea con l’esercizio precedente
La gastronomia è quasi riuscita a mantenere i valori dell’esercizio precedente, nonostante il mercato aspramente conteso. I ristoranti Migros hanno tuttavia saputo mettere a segno una lieve crescita. Nel 2013 Migros Take Away non ha potuto migliorare il proprio risultato, accusando addirittura una leggera perdita rispetto all’esercizio precedente. Soddisfacente può invece considerarsi l’andamento dei settori di attività Catering Services e Ristorazione collettiva. Nel complesso la cifra d’affari della gastronomia Migros si è attestata a 657 milioni di franchi (-0,2%).

Commercio

Globus: i Grandi Magazzini Globus SA (Globus e Globus Uomo) hanno realizzato nel 2013 una cifra d’affari netta molto soddisfacente pari a 797 milioni di franchi (+2,4%). Tra i Grandi Magazzini Globus si segnala in particolare la crescita superiore alla media messa a segno dal flagship store della Svizzera francese a Ginevra (Rue du Rhône). Anche le filiali negli shopping center di Westside, Balexert e Marin hanno registrato un andamento positivo.

Denner: nel 2013, per la quarta volta consecutiva, Denner ha saputo migliorare il proprio risultato e rafforzare la posizione di discount leader. La cifra d’affari netta è cresciuta di 42 milioni di franchi per un totale di 2‘875 milioni di franchi (+1,5%). Il rincaro negativo del -0,4% dimostra come Denner abbia ridotto i prezzi anche lo scorso anno. La crescita reale si quantifica pertanto al +1,9%. Nel 2013 la rete delle filiali di Denner contava in totale 791 sedi e (23 nuove aperture e 20 chiusure).

Migrol: nonostante un rincaro negativo del -4,1% su combustibili e carburanti, Migrol con una cifra d’affari pari a 1,863 miliardi di franchi è quasi riuscita a mantenere il risultato dell’esercizio precedente (-19 milioni di franchi o -1,0%). La quantità smerciata è aumentata del 3,2%. 

Migrolino: anche lo scorso anno per Migrolino è proseguita l’espansione su ritmi sostenuti grazie all’apertura di 49 nuovi shop. A fine 2013, Migrolino contava pertanto 243 sedi. La cifra d’affari netta è stata pari a 302 milioni di franchi (+34,5%).

Depot: anche nel 2013 la catena di negozi „Depot“ (Gries Deco Company) non solo figura tra i concetti Non Food in maggiore sviluppo nell’area europea, ma ha anche saputo dare un nuovo e consistente impulso alla propria leadership di mercato nel settore degli accessori d’arredo.

La cifra d’affari totale ha registrato un aumento del 24,8%, raggiungendo 345 milioni di euro (per il Gruppo Migros, dopo aver preso in considerazione il cambio: 424 milioni di franchi, +27,5%). Nel 2013 è stato aperto un grande centro logistico da 150‘000 m². La rete di filiali conta ora 420 sedi (inclusi i partner) in Germania, Austria e Svizzera.

Attività online

Migros è riuscita nuovamente a estendere la propria incontestata leadership di mercato nel settore del commercio elettronico. La cifra d’affari realizzata online ammonta complessivamente a 932 milioni di franchi. La classica attività dell’e-commerce si quantifica in 741 milioni di franchi (+5,1%). Questo valore comprende LeShop.ch nonché le attività online del Gruppo Hotelplan, di Ex Libris, Gruppo Office World, Migrol, Probikeshop, Micasa, SportXX, Melectronics, Denner, Frey, Delica e Gries Deco. Le ordinazioni online nel commercio all’ingrosso hanno totalizzato una cifra d’affari pari a 191 milioni di franchi.

LeShop.ch: nel 2013 LeShop.ch ha venduto generi alimentari per 158 milioni di franchi e ha così saputo incrementare di 8 milioni di franchi il risultato rispetto all’esercizio precedente. Oggi come ieri, dunque, LeShop può considerarsi di gran lunga il maggiore negozio online di generi alimentari in Svizzera.

Industria

Nel 2013 l’industria Migros ha saputo potenziare ulteriormente la propria posizione sul mercato sia in Svizzera che all’estero, realizzando una cifra d’affari pari a 5,762 miliardi di franchi (anno precedente: 5,420 miliardi di franchi), con un aumento del 6,3%. Per la prima volta è compresa la cifra d’affari della società CCA Angehrn, di cui è stata acquisita la maggioranza il 1° luglio 2012, così come la cifra d’affari di Bergsenn AG. Senza CCA Angehrn e Bergsenn, la crescita organica ammonta al molto soddisfacente 3,4%. Al riguardo seguirà un comunicato stampa separato il prossimo 18 febbraio.

Gruppo Hotelplan

Nell’esercizio 2013 la cifra d’affari del Gruppo Hotelplan ha subito una contrazione del -6%, attestandosi a 1’130 milioni di franchi (2012: 1’203 milioni di franchi). Questa flessione è riconducibile principalmente al riassestamento delle attività in Italia e Russia.

Molto soddisfacente è stato l’andamento delle settimane bianche con la clientela proveniente dall’Inghilterra. Interhome e Travelwindow hanno superato leggermente le cifre d’affari dell’esercizio precedente. Hotelplan Svizzera ha dovuto subire una battuta di arresto, mentre la cifra d’affari delle vacanze balneari è diminuita a causa del fallimento di Hello e della crisi in Egitto.

Banca Migros

Nel 2013 la Banca Migros ha nuovamente incrementato volume d’affari e ricavi. In particolare ha approfittato di un afflusso ancora consistente nei depositi di risparmio e di una situazione brillante nell’attività dei titoli. Anche per le ipoteche, la crescita si è indebolita solo leggermente rispetto all’esercizio precedente. Il numero delle filiali è aumentato di due unità per un totale di 65 sedi. La Banca Migros presenterà il risultato annuo dettagliato alla propria conferenza stampa sul bilancio che si terrà venerdì, 17 gennaio 2014 a Zurigo.

La conferenza stampa sul bilancio della Federazione delle cooperative Migros (FCM) si terrà mercoledì 2 aprile 2014 a Zurigo.